Il vescovo di Malaga paragona le unioni gay a quelle tra un uomo e un cane



«La legislazione spagnola sul matrimonio gay è la peggiore del mondo, perché si parla di matrimonio 1 e matrimonio 2, potrebbe essere tra due uomini, un uomo e un cane o di un bambino e un vecchio di 70 anni». Lo ha dichiarato il vescovo di Malaga dinnanzi a 500 studenti che il religioso ha tentato di indottrinare all'odio contro quelle minoranze che da anni sono vittima della sua incessante persecuzione.
Il collegio San Stanislao de Kostka a Malagache ha ha espresso perplessità e imbarazzo per le parole e i numerosi insulti sbraitati dal vescovo dinnanzi ai propri studenti.
Per conto della diocesi, il vescovo Jesús Catalá e il cardinale Fernando Sebastián sono da anni in prima linea nel diffondere pregiudizi, proponendosi come una setta alternativa al pappato che si basa sul più profondo integralismo. Ovviamente la popolazione gay è uno dei loro bersagli preferiti, vittima id una disinformazione criminale che ha visto i due prelati disposti persino ad invitare alla tortura sostenendo  che l'omosessualità sia una malattia che può essere "alleviata" con cure mediche come l’ipertensione.
1 commento