Io non esito, la campagna di Condividilove per i gay ceceni



Anche Condividilove ha lanciato una campagna per fermare i campi di concentramento per gay allestiti in Cecenia, dove cento persone omosessuali risultano essere state rapite e confinate in lager dove continuano ad essere malmenate e torturate. Anche adesso.
Le autorità Cecene negano l'accaduto e sostengono che «non puoi arrestare o reprimere persone che semplicemente non esistono nella nostra repubblica». Tre di queste persone «inesistenti» pare siano già state uccise. Da qui l'appello per dare voce agli omosessuali ceceni che stanno rischiando la vita, in un assurdo ritorno alla peggiore pagina della storia europea.
La campagna si gioca sullo slogan "Io non esito", un messaggio che si può veicolare alla propria foto profilo attraverso un servizio dedicato. L'obiettivo è quello di mostrare alle autorità Cecene e a tutto il mondo che l’amore non può essere sterminato. Resta inoltre vivo l'invito a firmare la petizione internazionale preparata da All Out.
2 commenti