La chiesa di Padre Pio distribuisce volantini omofobi agli studenti di Lecco



L'indottrinamento all'odio dei tagazzi pare un obiettivo primario per il fondamentalismo cristiano, anche se dinnanzi a certe iniziative ci sarebbe da domandarsi se non stiano ottenendo un risultato opposto. Fatto sta che il “Gruppo evangelizzazione e testimonianza” della chiesa di san Padre Pio a Lecco si è recato nelle strade del centro per distribuire materiale propagandistico agli studenti.

Il volantino esordiva con il solito «difendiamo la famiglia» a cui seguiva un elenco di quelle caratteristiche che i fondamentalisti sostengano possano «distruggerla».

Come in un copione già visto, nel loro elenco erano riportate le unioni civili, la pornografia, il divorzio, le convivenze, l'aborto, l'adulterio, la prostituzione e gli abusi asessuali. Poi, con un carattere diverso come se si trattasse di una new entry aggiunta ad un modulo prestampato, gli integralisti hanno inserito anche una non meglio precisata «teoria di gender» che appare come e un mix tra le esistenti teorie di genere e l'inesistente "ideologia gender" teorizzata dagli integralisti.

Il foglio veniva consegnato unitamente ad un santino con scritto «Blocca chi opera il male e rafforza chi fa il bene». Appre evidente anche come l'obiettivo primario della distribuzione fossero quegli studenti delle scuole superiori che in quelle ore affollavano l'area delle Meridiane.
6 commenti