Trento. Triangoli rosa in solidarietà ai gay ceceni



Nonostante l'appello fosse stato lanciato con uno scarso preavviso, quasi cento persone si sono presentate in piazza a Trento per denunciare le incarcerazioni illegali e le torture che gli omosessuali ceceni stanno subendo in queste ore all'interno di veri e propri campi di concentramento creati dalle autorità.
I partecipanti hanno indossato un triangolo rosa, lo stesso che i nazisti usavano nei campi di sterminio per identificare gli omosessuali, ed hanno esposto le immagini che Putin ha vietato attraverso una delle sue ordinanze che limitano il diritto alla contestazione del suo regime.
Oltre ad Arcigay ed Arcilesbica, in piazza c'era anche Arci, Amnesty International, Laici, Forum per la Pace e Udu. Presenti anche il segretario Pd Italo Gilmozzi , l'assessora regionale Violetta Plotegher e la consigliera comunale Antonia Romano.
4 commenti