Trionfo del trash nel brano su Radio Maria scritto dagli amici della Miriano



Probabilmente nessuno sa chi siano i Mienmiuaif. A cercarli su Google si incappa nel blog di Costanza Miriano che li presenta come «cristiani con gli occhiali da sole» e come «un piccolo miracolo di perfezione». Sulla loro pagine vantano amicizie con l'associazione Provita Onlus e con e con la Manif pour Tous. Credono esista un gender» e si dicono certi che la divinità in cui credono non ami tutte quelle famiglie che non si basano su un un pene eretto che penetra (rigorosamente senza preservativo) una vagina sottomessa. Insomma, due integralisti di quelli sfegatati.
Sono loro gli autori di una agghiacciante canzone confezionata per venerare Padre Livio. Si tratta di un testo talmente assurdo che pare quasi una presa in giro, anche se la loro militanza fra i movimenti di promozione all'odio farci temere che loro ci credano davvero...

Clicca qui per guardare il video di un capolavoro del trash. Di seguito l'illuminato testo scritto da quei due «miracoli di perfezione» che tanto piacciono alla signora Miriano:

Mia nonna ascoltava solo te
io non capivo perché
io ascoltavo Radio Deejay
e mi facevo i fatti miei

Radio Maria, vorrei cantare sulle tue frequenze
andrebbero via metà delle mie dofferenze
Radio Maria, vorrei far parte del tuo palinsesto
sarebbe un miracolo o comunque un gran bel gesto

Tu prendi ovunque hai preso anche me
da quando ho smesso con Radio 3
da quando mi son trovata un video
ho seguito la voce di Padre Livio.

Radio Maria, vorrei cantare sulle tue frequenze
andrebbero via metà delle mie dofferenze
Radio Maria, vorrei far parte del tuo palinsesto
sarebbe un miracolo o comunque un gran bel gesto
5 commenti