Aggressione omofoba a Milano: 8 arresti tra cui sei minorenni



Grazie alle immagini delle telecamere di sorveglianza, i carabinieri del comando provinciale di Milano sono riusciti a risalire ai presunti responsabili dell'aggressione omofoba verificatesi lo scorso 22 gennaio all'esterno del Borgo di Milano. Si tratta di otto giovani, tutti italiani fra i 15 e i 19 anni, cresciuti nella periferia milanese di Corvetto. Sei di loro sono minorenni. «Prima di picchiarci e derubarci, ci hanno urlato che eravamo froci», raccontarono le due vittime ai carabinieri.
Arrestati ieri, gli otto giovani risultano ora indagati a vario titolo e in concorso fra loro per i reati di rapina, lesioni gravi e gravissime.
Tutti vivevano con uno o enttambi i genitori in contesti «economici e sociali problematici». «Si tratta di giovani cresciuti in un contesto di violenza e assenza di valori -ha spiegato Ciro Cascone, capo della procura per i minorenni di Milano- non stupisce purtroppo che l'omofobia, in un simile quadro, possa essere la molla di azioni gravi e odiose come quelle per cui si indaga».
2 commenti