Giornata internazionale contro l'omofobia, oltre 120 coristi a Perugia per l'evento di Omphalos



Saranno oltre 120 i coristi e i musicisti che si esibiranno mercoledì 17 maggio alle ore 21:00 alla Sala dei Notari di Perugia in occasione della Giornata Internazionale contro l'omofobia, la bifobia e la transfobia per la terza rassegna corale "Io canto per te - voci per l'uguaglianza". La rassegna è organizzata da Omphalos e patrocinata dalla Regione Umbria e dal Comune di Perugia.
Si tratterà di un evento musicale per sensibilizzare la cittadinanza sul contrasto alle discriminazioni contro le persone omosessuali, bisessuali e transessuali attraverso una serata di musica e cultura. Insieme al coro Omphalos Voices, il primo coro rainbow dell'Umbria, saranno presenti Stranivari, il coro dell’associazione Esedomani Terni, Joyful Singing Choir di Marsciano e la Corale Fra’Giovanni Da Pian di Carpine di Magione.
«Le voci a sostegno dell’uguaglianza saranno oltre 120 -dichiara Sergio Briziarelli, direttore del coro Omphalos Voices- e arriveranno da tutta l’Umbria. L’entusiasmo con cui formazioni corali molto diverse tra loro hanno aderito all’iniziativa, dimostra come la cultura, la musica e l’arte siano espressione di valori importanti per costruire insieme il rispetto delle differenze e la non discriminazione. Il messaggio su cui la nostra rassegna, tra canto e divertimento, vuole far riflettere il pubblico nella giornata del 17 maggio è che una società senza omotransfobia è più libera per tutte e tutti».
L’evento musicale è parte della campagna annuale di sensibilizzazione di Omphalos per la Giornata internazionale contro l'omofobia, la bifobia e la transfobia, istituita dall’Unione Europea nel 2007 e che si celebra ogni anno il 17 maggio. Quest’anno l’associazione ha voluto centrare la propria campagna sulla recente approvazione della legge regionale contro l’omofobia e la transfobia, che rappresenta un passo importante per l’Umbria nel panorama nazionale. Mercoledì 17 l’associazione sarà in piazza della Repubblica dalle ore 17 con uno stand informativo e poi dalle ore 21 alla Sala dei Notari per il concerto.
«Quest’anno la giornata del 17 maggio ha un significato ancora più importante –sottolinea Stefano Bucaioni, presidente di Omphalos– dopo l’approvazione della legge regionale contro l’omofobia e la transfobia possiamo finalmente dire che in Umbria le istituzioni si sono impegnate in un ruolo attivo nella lotta alle discriminazioni. E questo è un risultato importante non solo per comunità gay, lesbica, bisessuale, trans* e intersex, ma per la cittadinanza tutta. Con la campagna di quest’anno abbiamo infatti voluto sottolineare come una regione che si batte contro le discriminazioni e per l’uguaglianza è una regione più inclusiva e dove si vive meglio».
Commenti