La Corte Suprema delle Bermuda ha esteso il matrimonio anche alle coppie gay.



Negare il diritto al matrimonio alle coppie gay è discriminatorio e quindi illegittimo. Lo ha sentenziato la Corte Suprema delle Bermuda.
A portare la loro storia dinnanzi ai giudici erano stati Winston Godwin e il suo fidanzato canadese Greg DeRoche, una famiglia a cui le autorità avevano negato il diritto di poter veder riconosciuto legalmente il loro rapporto. Ed è così che hanno intrapreso una lunga battaglia legale che li ha visti vincere contro il pregiudizio. Il giudice di Puisne, Charles Etta-Simmons, ha infatti sentenziato che «per quanto riguarda i fatti, i ricorrenti sono stati discriminati sulla base del loro orientamento sessuale quando il cancelliere ha rifiutato loro di procedere alla notifica del matrimonio previsto».
Ora il cancelliere sarà obbligato a procedere secondo le indicazioni della Corte Suprema e dovrà riconoscere la loro unione, soprattutto ora che i giudici hanno riconosciuto come i presunti motivi religiosi addotti dalla controparte non abbiano rilevanza ai fini di un matrimonio contrattuale civile.
2 commenti