Un uomo chiede agli attentatori di Manchester di colpire anche la gay street. Twitter blocca l'account



A far scattare migliaia di segnalazioni a Twitter è stato un messaggio in cui un violento omofobo ha commentato l'attentato verificatosi ieri sera al concerto di Ariana Grande chiedendo agli attentatori di posizionare un ordigno esplosivo a Canal Street, ossia nel cuore della vita notturna della comunità gay di Manchester.
Dinnanzi alle inevitabili proteste di chi era rimasto inorridito dinnanzi a quel messaggio, l'uomo ha peggiorato la situazione sostenendo che: "Non ho mai detto che voglio che vengano uccisi, ma se posso scegliere dove piazzare una bomba meglio loro che le persone normali".
Sollecitato da miglia di utenti, il social network ha deciso di rimuovere quai messaggi, provvedendo poco dopo anche alla sospensione dell'intero account. E dato che si sta parlando dell'Inghilterra e non di quell'Italia dove tutto finisce rigorosamente a tarallucci e vino, c'è da sperperare che Scotland Yard possa manifestare una qualche curiosità riguardo alla vera identità dell'autore di quei due inaccettabili tweet.
1 commento