Verso il Siracusa Pride



L’associazione Arcigay Siracusa ha istituito, insieme alle associazioni Amnesty, Rete degli studenti medi, A bedda Sicilia, Rifiuti zero, Anolf Siracusa, centro antiviolenza antistalking La Nereide e dai sindacati Uil e Cgil, il comitato Pride che avrà il compito di realizzazione l'edizione 2017 del Siracusa Pride. Il documento politico avrà come titolo “la Trans-Formazione” e mirerà a promuovere la cultura come storia e conoscenza di sé, identità e rivendicazione, libertà di essere e affermarsi. Quest’anno il pride vuole incentrarsi sulla conoscenza ed autocoscienza della comunità LGBT, della sua storia, del suo agire e del suo linguaggio.
Il Siracusa Pride 2017, che si terrà il 13, 14, 15 luglio, sarà un Pride totalmente diverso dalle precedenti edizioni a partire dal corteo del 15 luglio che attraverserà le vie principali della città. Il pride village verrà allestito presso l’Antico Mercato d’Ortigia con tavole rotonde, eventi culturali e ludici. Il nuovo logo è una farfalla pronta a spiccare il volo.
«La farfalla -afferma il presidente Arcigay Siracusa Armando Caravini- è volutamente esile, stilizzata; è un simbolo positivo di trasformazione e cambiamento. E’ insieme lieve, delicato; veicolo efficace del messaggio che le trasformazioni sono parte integrante della vita, che producono, alle volte, effetti meravigliosi e inaspettati. I colori della pennellata- continua Caravini- riprendono i colori dell’arcobaleno Rainbow, simbolo della comunità LGBT. Inoltre la scritta ha come cuore la parola "pride" che serve da appoggio alle indicazioni dell’anno e della città che lo ospita, ma rimane evidente, portante. Il logo è stato realizzato da Valentina Valerio. Si prospetterà un grande pride, sia numericamente che qualitativamente del tutto maggiore rispetto ai pride precedenti. Non sveliamo il nome della madrina, per adesso resta top secret».
Commenti