L'Ambasciata russa in Italia si rifiuta di ricevere le firme di Amensty International sulla Cecenia



I problemi della Russia con i diritti umani appare ogni giorno più evidente. L'Ambasciata russa in Italia si è rifiutata di ricevere le firme raccolte da Amnesty International in cui si chiedeva fosse fatta chiarezza sui campi di concentramento per gay in Cecenia.
Agli attivisti di Amnesty International, All Out e associazioni LGBT romane non è stato permesso neanche di avvicinarsi, con la polizia italiana e la Digos che hanno fatto da scudo all'ambascita sulla base della loro indicazione di non far passare nessuno.
Commenti