Brasile. Quattro calciatori licenziati dallo Sport Club Gaucho per un video goliardico finito in rete



Lo Sport Club Gaucho, una squadra della serie B brasiliana, ha comunicato di aver licenziato quattro calciatori dopo che un video girato negli spogliatoi è finito in rete. I quattro (tre coinvolti direttamente a cui si domma quello che riprendeva) sono stati i protagonisti di un filmato di 9 secondi girato sotto le docce, nel quale uno di loro che "giocava" con due due suoi compagni di squadra presumibilmente a causa di una qualche scommessa persa.
La società non l'ha presa bene perché il video è passato da Whattsap alla rete ed è stato ripreso da numerosi siti. Il presidente Gilmar Rosso sostiene che il licenziamento sia del tutto lecito perché i fatti avrebbero avuto luogo negli spogliatoi un’ora e mezza dopo l'allenamento. «Fuori dall'orario di lavoro non abbiamo niente da dire –ha dichiarato- Se vogliono drogarsi, bere o sono gay non è un mio problema. A meno che non interferisca con il campionato. Lo Sport Club Gaucho non è il custode della morale di nessuno ma il video non è stato girato in un luogo privato. Non abbiamo pregiudizi, sarebbe stato lo stesso nel caso di un rapporto eterosessuale. Per noi si è trattato di un atto in indisciplina all'interno del luogo di lavoro».
La sua dichiarazione pare però scontrarsi con quella dell'allenatore, il quale ha dichiarato: «Ho trovato tutto disgustoso. Certe cose sarebbe meglio non farle in luoghi pubblici, non è per pregiudizio».
Non sapremo mai se entrambi si sarebbero espressi nel medesimo modo anche se la goliardata avesse coinvolto una ragazza al posto di tre ragazzi. Di solito quando qualcuno premette che non c'è pregiudizio nel suo giudizio, spesso c'è da temere che la verità sia l'esatto contrario. I latini dicevano: excusatio non petita, accusatio manifesta.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8]
Commenti