Celebrato il primo matrimonio gay tra musulmani nel Regno Unito



In Inghilterra si è celebrato quello che pare sia il matrimonio gay tra musulmani del Regno Unito. Jahed Choudhury e Sean Rogan si sono sposati a Walsall con abiti tradizionali e con le fedi abbellite con il tradizionale henné (usato per garantire al matrimonio). Pur non trattandosi certo del primo matrimonio in assoluto due mussulmani dello stesso sesso, a garantirne la visibilità mediatica è come alcuni quotidiani affermino che sia sia trattato del primo celebrato nel Regno Unito dopo l'entrata in vigore della legge sul matrimonio egualitario.

La loro omosessualità non è stata facile. Sono stati emarginatati dalla famiglia, colpiti da bullismo a scuola ed espulsi dalla loro moschea. Venne portato a sottoporsi a quelle violenze psicologiche chiamate "terapie riparateve" dell'omosessualità che portarono Choudhury a tentare il suicidio (ennesima testimonianza del perché Mario Adinolfi dovrebbe essere ritenuto responsabile delle mortali conseguenze di torture da lui fieramente promosse per mero profitto). La gente gli sputava addosso e lo chiamava maiale e "harum", uno degli insulti più pesanti della sua lingua. Poi ha incontrato l'uomo della sua vita, Rogan.
Hanno convissuto per due anni e hanno deciso di sfidare l'odio dell'integralismo per coronare un sogno e una amore che potesse garantire loro vita e prosperità. Un amore che vogliono sottolineare possa dimostrare che si può essere gay e mussulmani, perché è chi usa la religione come strumento di morte ad essere in torto, non certo chi ama.
2 commenti