Spunta il video omofobo del candidato alla segreteria Dem di Ancona



È polemica nel Pd dopo che è tornato alla luce un video realizzato tre anni fa da Fabio Ragni, candidato alla segreteria Dem di Ancona. Le immagini mostrano un inesistente profumo chiamato "Acqua di frogio" che sarebbe in grado di trasformare gli eterosessuali in gay effeminati. Nei titoli di coda, i due protagonisti si sono anche affrettati a precisare che loro sono eterosessuali (quasi non fosse stato evidente dalla carica omofoba ed offensiva di quel video).
Alla redazione di Gay Post, che ha scoperto e pubblicato il video, Ragni afferma che lui ha tanti amici gay e che «bisogna sapere bene come stanno le cose e di chi si parla. Quel video risale a circa tre anni fa. Io adoro il black humor ed è quello il senso. Certo, può risultare estremamente idiota, che fa un tipo di ironia che alcuni apprezzano e altri no. Può anche risultare omofobo perché ci sono anche cose imbarazzanti. Ma io non sono omofobo. Gli omofobi sono quelli che dicono che i gay andrebbero curati, che mettono gli annunci in cui dicono che non accettano gay e cose simili. Io non accetto di essere messo allo stesso livello di quella gente».
Sarà, ma se esiste «quella gente» è proprio perché qualcuno trova divertente deridere l'orientamento sessuale altrui, armando chi ha reso impossibile approvare un matrimonio egualitario che non confinasse i gay in un ghetto ideologico volto a sostenere che i loro affetti valgano meno delle due mogli di Adinolfi o che i loro figli debbano avere meno diritti di quelli degli integralisti.
Immediata è stata la reazione di Silvia Fregolent, responsabile Pd per le Pari opportunità, la quela osserva come «deridere, per passatempo o per gioco, l'orientamento sessuale delle persone - afferma - è un atto ignobile, ancora più grave se commesso da chi è iscritto al Pd e si candida oggi ad assumere ruoli dirigenziali nel partito [...] Episodi di questo tipo, anche se risalgono ad alcuni anni fa ed i responsabili hanno già chiesto scusa, feriscono comunque la sensibilità di chiunque si impegni per costruire una società inclusiva garante della dignità e dei diritti di tutti i cittadini [...] È anche a causa di questi atteggiamenti che si alimenta e si giustifica un clima diffuso di intolleranza ed omofobia come i recenti rifiuti di affittare alle coppie omosessuali in Calabria e Salento».

Clicca qui per guardare il video realizzato da Ragno.
3 commenti