Verso il Salento Pride del 19 agosto



Sabato 19 agosto la città di Gallipoli ospiterà la seconda edizione del Salento Pride, quest'anno dedicata al tema della promozione del territorio.
L'evento è stato presentato attraverso una conferenza stampa in cui si è spiegato che «il Salento Pride è un giorno di orgoglio dedicato non solo alla comunità LGBTI ma anche a chi vive e a chi ama il Salento. Invitiamo quindi qualsiasi realtà ad aderire alla manifestazione per portare nel corteo tutte le sfaccettature del nostro bellissimo territorio».
Il corteo partirà nel pomeriggio (concentramento ore 16.30) da Piazza Giovanni XXIII/Via Kennedy (pressi Led Cafè), proseguirà per Via del Mare e svolterà a sinistra, Lungomare Galilei, terminando al Lido Pôr do Sol con una festa in spiaggia. La sera, al Village Picador, si terrà il party ufficiale, con Tekemaya, che collabora nella realizzazione del video promo del Salento Pride. Il giorno successivo, invece, si terrà un “Beach Party” al Lido Por do Sol.

Durante il Corteo, insieme al carro ufficiale realizzato insieme al Village Picador, saranno presenti anche altri carri di: Kalimba, Led Cafè, Kilometro0, Marilyn Cafè, Sagra Elettronica, Tacco12. Per esaltare la tematica di promozione del territorio, gli organizzatori invitano le realtà che operano nel Salento a contattarli per rappresentare con un carro, folklore, eventi, natura, storia, tradizione, cultura, artigianato ed imprenditorialità della nostra terra.
Madrina di questa edizione sarà Cristina Bugatty, concorrente di Pechino Express e curatrice di TeleBugatty, da sempre attenta alle tematiche legate alla transessualità e alle vite a margine, portate alla luce con le sue inchieste giornalistiche. Oltre Cristina, saranno presenti come testimonial ufficiali Eleonora Magnifico, membro del team organizzativo del Salento Pride, attivista LGBTI ed artista musicante transgender, già madrina nelle scorse edizioni del Puglia Pride e della prima edizione del Salento Pride; Giovanni Minerba, regista e fondatore, insieme a Ottavio Mario Mai, del Torino Gay & Lesbian Film Festival; Giulio Maria Corbelli, fondatore di Plus, associazione per persone omosessuali che convivono con HIV/AIDS; Danilo Lupo, giornalista a La7, Willy Vaira, biografo di Giò Stajano. Tutti hanno un legame speciale col Salento. È prevista anche la presenza del Sindaco di Gallipoli, Stefano Minerva, già presente nella prima edizione del Salento Pride e del segretario nazionale di Arcigay Gabriele Piazzoni.

Anche quest'anno sarà rinnovato il progetto multimediale “#StauCuBbui”, una raccolta di foto e video di vip e icone che supportano il Salento Pride.
Il team artistico è composto da: Tekemaya, Le Sorelle Guccino, Demonia e Desdemona, Soledad Vera, Francesco Salandra, Lady Crystal, Claudio Casto dj, Kee Ciardo dj e Tobia Lamare.
Il team che ha redatto il Manifesto Politico è composto, oltre che dal team di Salento Pride, anche da tutte le Arcigay Pugliesi. In virtù di ciò, annunciamo con gioia ed orgoglio la formale istituzione sia del Gruppo T di Arcigay Salento, con referente Viviana Serlì, che si occuperà di sensibilizzare il Salento alle tematiche della comunità trans* ed istituire un centro per le persone in transizione sia di Arcigay Puglia, un coordinamento di tutti i Comitati Territoriali Arcigay Pugliesi che firmano simbolicamente il protocollo d'intesa che istituisce Arcigay Puglia.

Numerosi saranno anche i partner che sostengono l’evento attraverso varie iniziative e che promuovono la propria attività nella Rainbow Guide (in versione cartacea, web e app) contenente un calendario estivo di eventi di sensibilizzazione. Tra questi gli eventi che organizzerà Agedo Lecce con la proiezione di “Due volte genitori” e dibattito, gli eventi di Link e Uds Lecce a Lecce, Nardò e Gallipoli, le feste di auto finanziamento che organizzerà Salento Pride, la presentazione del libro riguardante le disabilità “Come le Rose a Maggio” di Antonello D'Ajello (16 luglio al Led Cafè a partire dalle 21), della Pride Week (il 14 agosto una tappa della Pride Week sarà organizzata da Kalimba), eventi di intrattenimento e una raccolta dei Punti di Interesse Salentini.
1 commento