Nicola Pasqualato loda la visione della donna dell'integralismo islamico



Nicola Pasqualato, esponente del partito omofobo di Mario Adinolfi, è tra i principali promotori delle teorie di Silvana De Mari. Alterna il suo voler negare l'esistenza stessa dell'omosessualità all'utilizzo di soldi destinati ai bambini autistici con cui ama promuovere fantomatiche "terapie riparative" dell'omosessualità. Praticamente dice che lui vuole "curare" ciò che sostiene non esista ( o più pragmaticamente, dice qualunque cosa possa portargli profitto da una strenua promozione dei pregiudizi e di qualunque forma di odio).

In uno scritto diffuso su Facebook si dice sconcertato:

Scopro con straordinaria meraviglia che molti attivisti pro omo-erotismo chiedono ai contrari "dove stia scritto" oppure "quale ricerca scientifica sostenga" che l'omo-erotismo sia da considerarsi meno plausibile per l'essere umano rispetto all'etero filia.
Sconcertante che fra di loro vi sia un certo numero di biologi che chiedono di dimostrare, e addirittura provare, che la condizione psico-dinamica che vede un individuo raggiungere la piena maturazione sessuale, costituita dall'attrazone erotica per l'altro sesso, sia plausibile, rispetto al mancato raggiungimento della piena maturazione sessuale costituita evidentemente dall'attrazione omo-erotica che non consente l'incontro dei gameti opposti e quindi non permette la prosecuzione della specie.

Sostenuto che non esista sesso senza procreazione (motivo per cui dovremmo presumere che andare a prostitute senza ingravidarle non debba valere come peccato) , l'integralista lamenta che le università insegnino la scienza e non il pregiudizio:

Ma che succede nelle università? Ma cosa studiano a biologia? Persone che non sanno che la prosecuzione della specie umana è plausibile rispetto alla sterilità, per di più dopo aver "tentato" di capirlo, senza riuscirci, per 5 anni, possono davvero guidare il nostro paese? Un biologo che non sa che la prosecuzione della specie è plausibile rispetto alla naturale estinzione è come un medico che vota la sua vita a quella degli altri che frulla i bambini in grembo....opss anche quelli ci sono già.

Immancabile è anche il citare a casaccio l'aborto, evidentemente ben sapendo che basta mettere di mezzo i bambini per ottenere il plauso degli integralisti. Poi poco conta se Pasqualato vuole infliggere dolore a Charlie o se stia creando un mondo in cui i bambini lgbt rischiano di essere vittime di atroci violenze, l'importante è spergiurare che qualunque sua pruriginosa voglia sia per il bene dei bambini.
E dopo tutta la fuffa propagandistica, si arriva così alla vera rivendicazione: il suo profondo odio verso chi osa avere un Dio diverso dal suo. Scrive:

Lo capite ora perchè l'islam vuole purificarci? Lo capite ora da cosa? Capite perchè l'orrenda ideologia islamica è, in questa fase storica, prevalente rispetto alla nostra cultura? I loro "cannoni" sono i ventri delle loro donne, mentre la nostra estinzione è l'ideologia del "genere neutro", omo-erotico sterile. L'unica vera utile rivoluzione attuale è lottare per la vita, la pro-creazione, la mamma, il padre, la Famiglia.

Peccato che lui critichi i diritti civili occidentali e beatifichi il culto di una donan che deve essere visto come un oggetto utile solo ad essere ingravidata, motivo per cui dovremmo dedurne che lui si stia dichiarando più vicino all'Isis che alla democrazia. E risultano non pervenute sono le argomentazioni del perché la sterilità di un rapporto vada bene per condannare i gay ma non debba essere citata contro il matrimonio sterile ed infecondo del suo amato Gandolfini.
4 commenti