La Russa fa il saluto romano in Parlamento



Nel corso della discussione parlamentare sulla legge Fiano contro i rigurgiti neofascisti e neonazisti, il deputato di Fratelli d'Italia non si è limitato a difendere le rievocazioni del Ventennio ed ha pensato bene di sfruttare la sua immunità parlamentare per esibirsi in un saluto romano.
Confondendo i carnefici con le vittime, ha anche piagnucolato: «Attenti italiani! D'ora in poi sarà vietato sporgere il mento, mettere le mani sui fianchi, e fare il saluto romano».
6 commenti