Martedì verrà decisa la sorte del vigile del fuoco punito per aver partecipato al Pride



Martedì verrà decisa la sorte di Costantino Saporito, il vigile del fuoco vergognosamente posto sotto procedimento disciplinare per aver partecipato in divisa al Roma Pride dello scorso luglio.
Se tanti suoi colleghi hanno deciso di metterci la faccia per difendere il diritto di opinione a sostegno dei diritti di tutti, su Internet è ancora possibile aderire alla petizione lanciata da All Out che ha già raccolto oltre 54mila firme.
Martedì si deciderà se ciò che è prassi in ogni Paese democratico sia un qualcosa che in Italia può essere punito con il licenziamento.
1 commento