Omofobia e unioni civili: sono gli ultimi giorni per sostenere la realizzazione de "L'unione falla forse"



Parte ancora una volta "dal basso" la realizzazione del nuovo film documentario di Fabio Leli, regista che con la sua opera prima, Vivere alla Grande, ha raggiunto festival importanti come quelli di Locarno e Milano, toccando più di 70 sale in tutta Italia con una distribuzione indipendente.
L'obiettivo del nuovo progetto è quello quello di raccontare l'Italia post unioni civili, intrecciando la vita delle famiglie omogenitoriali ai pensieri degli esponenti di associazioni e movimenti che sostengono di battersi per la "famiglia tradizionale", passando tra temi quali l'omofobia e l'omosessualità, o tra la cosiddetta "teoria gender" e presunti dogmi religiosi.
È possibile sostenere la produzione del film sulla piattaforma Produzioni dal Basso, con una raccolta fondi attiva fino al 1° ottobre 2017. Per ogni contributo sono previste varie ricompense tra cui il dvd del film, t-shirt e proiezioni speciali per associazioni e centri culturali.
Per l'occasione è stato rilasciato anche un "pre-trailer" che possa fornire da un assaggio di ciò che sarà il film, una volta realizzato.

Video: [1]
Commenti