Omofobia a Flero. Ignoti cancellano le coppie gay dal manifesto della fiera



L'ennesimo caso di omofobia e di intolleranza è stato registrato a Flero, nel bresciano. Nel buio della notte, alcuni ignoti hanno imbrattato con della vernice i manifesti i manifesti della fieri "Sposi in Villa" che si terrà i giorni 14 e 15 ottobre a Villa Calini di Coccaglio.
A scatenare la loro ira sarebbe stata la semplice presenza di una coppia lesbica e di una coppia gay al fianco di una coppia eterosessuale, l'unica che è stata risparmiata quasi a voler strizzare l'occhio si distinguo promosso dai gruppi dell'integralismo cattolico che in più occasioni sono stati pure patrocinati dalle istituzioni bresciane.

Tanti sono i commenti di solidarietà lasciati su Facebook dagli abitanti della cittadina. C'è chi scrive: «L'ossessione di chi non può neppure vedere la riproduzione di due uomini e due donne che si abbracciano nell'amore, è talebanesimo, lo stesso che si addebita ad altri (a scorrere nella foto il cartellone censurato). Ognuno deve cantare e leggere ed amare chi gli piace e lo fa stare bene e nessun potere costituito può censurarlo. Anche a Flero». Qualcun altro aggiunge: «Credo una decina di giorni fa, ferma al semaforo, mi è scappato l'occhio verso questo cartellone pubblicitario… Tre foto che ritraevano il matrimonio di due uomini, un uomo ed una donna e due donne.. Mi sono ritrovata subito a Sorridere pensando alla bellezza del fatto che, finalmente, si festeggia l'Amore, quello che chiede solo di Amare, oltre ogni barriera, ogni pregiudizio.. Un cartellone come un'altra piccola vittoria!! Oggi lo ritrovo così: un gesto davvero bruttissimo che mi ha lasciato tanto amaro in bocca!! Fino a che si discriminerà anche l'Amare non potremo mai considerarci una società evoluta!».

Clicca qui per guardare il manifesto originale.
1 commento