Giornalista anti-gay di Fox News paga 32 milioni di dollari per insabbiare le accuse di molestie sessuali



Fox O'Reilly è stato un presentatore di Fox News fortemente impegnato nella promozione dell'omofobia. Durante i suoi programmi arrivò persino a sostenere l'esistenza di un nesso tra l'omosessualità e la pedofilia.
Licenziato lo scorso gennaio in seguito ad uno scandalo che lo ha visto accusato di molteplici abusi sessuali, l'uomo ha ora patteggiato il pagamento di 32 milioni di dollari per evitare il processo.
Secondo l'analista legale Lis Wiehl, nella denuncia figuravano «accuse di ripetute molestie, un rapporto sessuale non consensuale e l'invio di pornografia gay e di altri materiali sessualmente espliciti».
In un primo momento Fox News tentò di rinnovargli il contratto, sostenendo si fosse dinnanzi a un contenziso tra privati. Poi vi rinunciò dopo le pressioni giunte in seguito ad un articolo apparso sul New York Times in cui si denunciava come Fox News e la sua società madre si fossero ripetutamente accostati a lui nonostante le accuse in corso riguardanti cinque donne che denunciavano molestie sessuali ed altri comportamenti inappropriati.
3 commenti