Grande Fratello Vip. Anche Gianluca Impastato è stato squalificato per bestemmia



Se il Grande Fratello Vip ci insegna qualcosa, è che in Italia è possibile dare libero sfogo a qualunque forma di odio purché non si infastidiscano i vescovi. Si può sostenere che sarebbe divertente vedere un gay massacrato di botte, si può approfittare di un gioco per palpare le parti intime di una collega, ma solo quando si offende la religione si verrà puniti. È capitato la scorsa settimana a Marco Predolin (espulso per bestemmia checché ne dica Adinolfi) ed è capitato questa sera anche a Gianluca Impastato. Anche lui è stato giudicato colpevole del medesimo crimine e anche lui è stato sottoposto alla massima pena. Avesse fomentato xenofobia, misoginia o omofobia, probabilmente non si sarebbe mai andati oltre ad una blanda tirata di orecchie da parte di Alfonso Signirini.
Commenti