Dopo Tempi, anche Intelligonews ferma le pubblicazioni



Dopo il fallimento dichiarato da Tempi, anche l'integralista Intelligonews pare vicino alla chiusura. A darne l'annuncio è Diego Fusaro che, dalle pagine de Il Fatto Quotidiano, si dice certo che lo stato avrebbe dovuto finanziare una stampa ultra-cattolica che per quattro anni e mezzo ha fomentato isteria contro un'esistente «ideologia gender», ha rilanciato qualunque sciocchezza uscisse dalla bocca di Adinolfi e ha spergiurato che la pari dignità sarebbe una «minaccia» per i bambini.
La loro testata ha spalleggiato chi fomentava odio contro gay e islamici, ha sponsorizzato chi sosteneva che il matrimonio egualitario dovesse essere equiparato al nazismo e si è scagliato contro quella casa di accoglienza che forniva assistenza ai gay cacciati di casa dalle loro famiglie in virtù del loro orientamento sessuale.
Il direttore di Intelligonews disse anche di volersi alleare con Mario Adinolfi per dar vita ad una «contro-società cristiana» con cui attaccare il principio della laicità dello stato. Ed è forse in quell'ottica che promosse con ogni mezzo e con ogni strumento la propaganda di Adinolfi, di Amato o di Povia.
Nella sua difesa, lo stesso Fusaro dichiara che gli accessi al portale «si sarebbero ridotti» e che la sua intera esistenza fosse veicolata ad una volontà politica che avrebbe sfruttato la religione e il bigottismo con finalità molto partitiche, tant'è che la teoria è che la chiusura del portale sia direttamente collegata ad un cambio di partito dei suoi finanziatori.
1 commento