Luigi Manconi sarà il nuovo direttore dell'Unar



Sarà il senatore Luigi Manconi a prendere le redini dell'Unar dopo le dimissioni presentate un anno fa da Francesco Spano a seguito di uno sciacallaggio mediatico condotto da Le Iene (a detta di Mario Adinolfi, con un'azione da lui controllata).
L’incarico di Manconi sarà a titolo gratuito e avrà inizio a decorrere dal 24 marzo, ossia non appena terminerà il suo mandato da senatore.
Docente di sociologia dei fenomeni politici presso lo Iulm di Milano, ha presieduto la Commissione per la tutela dei diritti umani del Senato.

Fabrizio Marrazzo, portavoce del Gay Center, ha commentato la nomina asserendo: «Facciamo gli auguri di buon lavoro al neo Direttore, da sempre impegnato contro le discriminazione e per i diritti civili. Una scelta ottima che dà prestigio all’Unar». Gli ha fatto eco Franco Grillini, che ha commentato: «La nomina di Luigi Manconi è una scelta felice che non può che essere accolta con soddisfazione da da quanti pensano che l’Unar debba essere un presidio fondamentale contro le discriminazioni di ogni tipo. Conosco Luigi da una vita e abbiamo condiviso numerossime battaglie in materia di diritti e di lotta all’omofobia. Posso quindi dire che Luigi è l’uomo giusto al posto giusto».
Dura è invece la reazione dell'integralismo cattolico, con un Simone Pillon capace persino di chiedere di essere eletto come senatore in quota alla Lega di Salvini al fine di poter abolire l'ente autonomo che si occupa della prevenzione delle discriminazioni.
Commenti