Visualizzazione post con etichetta Comunicazione. Mostra tutti i post

Spegni le discriminazioni, accendi i diritti

Pubblicato il


L'UNAR (l'Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali del Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri) ha lanciato una nuova campagna informativa volta a sensibilizzare l'opinione pubblica sul tema del contrasto alla discriminazione, nonché a favorire la conoscenza da parte delle vittime e dei testimoni di discriminazioni degli strumenti di tutela esistenti.
Alla base del progetto c'è l'idea di ribadire che discriminare è un reato, soprattutto in un momento storico in cui si discute molto di dialogo interculturale e di rispetto delle differenze. Ed è così che la campagna mira a divulgare il servizio offerto dal Contact Center Unar che, attraverso il numero verde 800901010 ed il sito www.unar.it, raccoglie denunce e segnalazioni da parte di vittime o testimoni di discriminazioni per origine etnica, età, credo religioso, disabilità, orientamento sessuale e/o identità di genere.
Il claim della campagna è "Contact Center UNAR, spegne le discriminazioni, accende i diritti". La copertura mediatica sarà assicurata per tutto il mese di febbraio, sulle reti televisive e radiofoniche Rai, Italia 1, Mtv, radio RTL, radio e tv locali e diversi quotidiani come la Gazzetta dello Sport, Metro, Leggo e siti come la Repubblica.it, Corriere.it e Studenti.it. Capillare sarà la diffusione sul web anche in vista della XI edizione della Settimana contro il razzismo che si farà in tutte le scuole e i comuni di Italia dal 16 al 22 marzo.
La campagna sarà diffusa anche in diverse stazioni ferroviarie come quelle di Milano e Roma, sui mezzi pubblici di alcune città e vari centri commerciali.

Clicca qui per guardare lo spot.


La campagna 2015 di H&H Bahia

Pubblicato il


Hell & Heaver è un resort di Bahia, in Brasile, che pare avere le idee chiare su come richiamare l'attenzione degli ospiti. In vista della stagione estiva ha richiamato cinque splendidi modelli che, dinnanzi all'obiettivo del fotografo Gastohn Barrios, hanno dato vita alla loro nuova campagna promozionale.
Ed è così che Kaue Penhavel, Gastohn Barrios, Sandro Bergamo, Erik Vilar, Ed Garcea e Daniel Barp non solo si offrono come testimonial della bellezza brasiliana, ma si combinano con gli elementi naturali che risultano il fulcro della comunicazione: l'acqua, elemento base in cui cullarsi, e il fuoco, simbolo di potenza.
Immancabile è anche il video del making of, in cui la speigazione scenica del fotografo si intreccia con la bellezza dei modelli.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] [14] [15] [16] [17] [18] [19] [20] [21] [22] [23] - Video: [1]


Murray Swanby per Proposition Love

Pubblicato il


Insieme a Noah Wright, Murray Swanby è una delle tre coppie protagoniste del nuovo spot di Proposition Love (le altre sono formate da Diminie Pierson Salva e Magno salva e da Costantine Rousoli e Robbie Carroll). Le immagini intendono celebrare l'amore e la voglia di potersi impegnare grazie ad un «sì» finalmente riconosciuto dallo stato, motivo per cui non stupisce come le sequenze risultino più tenere ed emozionanti rispetto al clima da party in cui siamo abituati a vedere Murray nei vari video realizzati dallo stilista Andrew Christian.
Il prodotto reclamizzato è una serie di gioielli pensati appositamente per i matrimoni gay, tra cui anche delle fedi matrimoniali in cui siano presenti i triangoli che simboleggiano l'attivismo lgbt. Il 10% dei profitti derivanti dalla vendita di quelle collezioni verrà destinato a supportare i progetti di Marriage Equality, Gay Rights, LGBT Youth and Anti Bullying ed iniziative per la lotta all'HIV.

Immagini: [1] [2] [3] - Video: [1]


San Valentino con Topher DiMaggio

Pubblicato il


Come sua consuetudine, anche quest'anno lo stilista Andrew Christian ha rilasciato un video per festeggiare la festa degli innamorati.
L'idea del 2015 è di far seguire l'intera giornata di Topher DiMaggio attraverso gli occhi del suo compagno, partendo dal risveglio sino alla sera: Lo so vedrò impegnato a preparare i biglietti di San Valentino, a cucinare dolcetti per il suo uomo, a regalare fiori, cioccolatini ed orsetti dipeluche sino all'immancabile cena romantica. Il tutto proponendo il noto modello in una inconsueta modalità romantica (che peraltro Topher pare saper intepretare in una modalità molto convincente, forse rivendo un lato che la sua professione da pornostar spesso tende non evidenziare). Trattandosi si uno spot commerciale, il tutto si chiude con una visita notturna ad un negozio di Andre Christian, con tanto della prova di vari modelli alla ricerca di quello più sexy.
La musica in sottofondo è "I'll Be There" di Sarah Ozelle mentre il fidanzato mai inquadrato di Topher è interpretato da Robbie Carroll.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] [14] [15] [16] [17] [18] [19] [20] [21] [22] - Video: [1]


Michael Gstoettner per Perofil

Pubblicato il


Chi l'ha detto che l'industria dell'intimo maschile sia tutta in mano a compagnie straniere? Anche in Italia abbiamo una fiorente attività artigianale e non mancano aziende pronte a solleticare la fantasia dei clienti con le loro compagne pubblicitarie.
Se in passato abbiamo scoperto gli splendidi Chilli Boys di Chilli Pie, a non passare inosservato è anche il testimonial scelto per la nuova campagna stampa di Perofil. Si tratta di Michael Gstoettner, un affermato modello della moda internazionale.
La campagna è apparsa su importanti quotidiani come il Corriere della Sera, La Repubblica, Il Sole 24 ore e La Gazzetta dello Sport, così come su periodici come Style, Io donna, Sportweek, Sette, Espresso e IL.
«È la terza campagna pubblicitaria in soli diciotto mesi -spiega Monica Moscheni, marketing manager di Perofil- a dimostrazione della solidità dell'azienda che ha deciso di investire proprio sul territorio di origine, l'Italia, con la massima fiducia che riponiamo nella ripresa del nostro Paese».

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8]


Ruben Santana per l'intimo Pump

Pubblicato il


Il modello Ruben Santana è il volto scelto da Pump per la sua nuova campagna promozionale. Gli scatti affidati al fotografo Adrian C. Martin intendono mostrare l'uso della loro biancheria sportiva all'esterno della palestra, magari mentre ci si riposa sul letto o ci si concede un po' di relax su una poltrona.
La carnagione del modello appare intonarsi alla perfezione con i colori sgargianti dei capi indossati, così come la prefezione del suo corpo riesce ad armonizzarsi con i modelli più audaci.
Ruben ha 22 anni e lavora come modello e bodybuilder. È anche stato un runner-up nell'ultimo campionato spagnolo del FEFF (la Federazione spagnola di Bodybuilding e Fitness). Gli scatti sono stati realizzati a Gran Canaria.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10]


Cristiano Ronaldo posa per la nuova collezione CR7

Pubblicato il


Dopo aver lanciato una propria linea di intimo maschile nell'ottobre del 2013, Cristiano Ronaldo sta ora continuando a lavorare anche come testimonial dei servizi fotografici legati alla sua promozione. In occasione del lancio della nuova linea primavera/estate 2015, il ccalciatore è tornato ancora una volta a mostrarsi in tutta la sua prestanza fisica mentre indossa i capi disegnati in collaborazione con il progettista newyorkese Richard Chai.
Lo scorso gennaio Men's Health ha deciso di incoronare il tre volte pallone d'oro come "the fittest man alive". La rivista ha evidenziato come il giocatore corra più di 6 miglia a partita, cimentandosi in una media di 33 sprint durante i quali raggiunge una velocità di circa 21 chilometri l'ora. I suoi calci riescono a far raggiungere le 80 miglia all'ora al pallone, mentre il suo calcio d'angolo è dotato di un effetto in grado di determinare una traiettoria variabile di ben 9 metri.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] - Video: [1]


Pablo Hernandez è un insegnate di Twerk nel nuovo video di Andrew Christian

Pubblicato il


Il twerking è un ballo in cui si scuotono i fianchi su e giù velocemente in modo da creare tremolio sulle natiche. Riportato in auge dalla discussa performance di Miley Cyrus agli MTV Video Music Awards del 2013, è stato trasformato in una linea di intimo maschile dallo stilista Andrew Christian. Inevitabilmente quel gesto è diventato anche un vero e proprio tormentone dei suoi video ed anche l'ultima creazione non fa eccezione.
In "Twerk 101" incontriamo il modello Pablo Hernandez nelle vesti di un sensualissimo insegnante di twerking, pronto a svelare tutti i suoi trucchi ad una classe che non appare certo indifferente al suo fascino. I modelli incaricati a ricoprire il ruolo di studenti sono Cheddy Oakafor, Rocky Santos, Steven Andrade e Jonny Manzanares.
Contrariamente alla consuetudine, la direzione del video non è di Jeff White ma di Erica Dorsey e Will Schoenfeld.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] [14] [15] [16] [17] [18] [19] - Video: [1]


Anche la TIM apre alla coppie gay

Pubblicato il


Dopo la famiglia omogenitoriale proposta da Vodafone, anche TIM pare aver scelto di aprire ai gay con il suo nuovo spot dedicato a TIMvision.
Le immagini ci mostrano Pif che racconta una passione in grado di accomunare tutti gli italiani: l'emozione che le grandi storie protagoniste di film, serie e documentari possono regalare. Ed è proprio in quel contesto che ci viene proposta anche una coppa gay, abbracciata sul divano di casa mentre guardano la tv.
La sequenza è breve e non marcata, quasi a voler sottolineare tutta la naturalità di una famiglia gay e il suo pieno diritto nell'essere annoverata fra le famiglie che compongono l'Italia.
Lo spot è stato realizzato dall'agenzia Leagas Delaney sotto la direzione creativa esecutiva di Stefano Campora e Stefano Roselli. Alla sua realizzazione hanno collaborato anche Matteo Maggiore (copywriter), Valerio Mangiafico (art director), Matteo Bonifazio (regia) e David Procter (direttore della fotografia).

Clicca qui per guardare lo spot.


Nikon sceglie una coppia omogenitoriale per la sua nuova campagna pubblicitaria

Pubblicato il


Kordale e Kaleb sono due papà divenuti celebri grazie all'attenzione suscitata da una fotografia pubblicata su Instagram. Lo scatto, realizzato esattamente 12 mesi fa, ritraeva un normalissimo momento di vita familiare che mostrava i due genitori intenti ad aiutando le loro figlie a sistemarsi dopo il risveglio.
Ora la famiglia di Kordale e Kaleb è stata scelta come testimonial di "I Am Generation immagine", la nuova campagna pubblicitaria della Nikon. «Più di ogni altra, questa generazione parla attraverso le proprie fotografie -fa sapere l'azienda- Così abbiamo deciso di iniziare un viaggio ed inviare una fotocamera Nikon a sette persone che avessero qualcosa da dire per lasciare il segno».
La coppia ha raccontato come la loro vita sia cambiata data l'inaspettata popolarità acquisita, nonostante siano anche stati vittima di violenti attacchi omofobici da parte di alcuni gruppi estremisti. «Ci sono un sacco di persone che non ci conoscono- raccontano Kordale e Kaleb all'Huffington Post- così presumono che noi siamo pessimi genitori. Alcune persone pensano che i nostri figli siano confusi perché la loro madre non è coinvolta nella loro vita, ma non è vero. Ad esempio molte persone non sanno nulla della madre dei nostri figli e il rapporto che abbiamo con lei. Recentemente si è trasferita ad Atlanta e vede i bambini più di due volte al mese».
La coppia ha poi voluto precisare che «Le nostre figlie sono pronte per un nostro matrimonio, ma non riescono a capire le ragioni del perché non ci sia permesso di sposarci qui in Georgia. Questa è la vera ingiustizia. Tuttavia potremo insegnare grandi cose ai nostri figli, contribuendo a rendere questo mondo un posto migliore ed imparziale».

Clicca qui per guardare lo spot.


Kurt Hanger per Marcuse Swim

Pubblicato il


Kurt Hanger è il volto scelto da Marcuse per la promozione della sua nuova collezione di costumi da bagno. I modelli in questione sono caratterizzati da un'ampia apertura laterale che possa renderli più confortevoli una volta entrati in acqua, evidenziando i muscoli delle gambe una volta tornati sulla terra ferma.
Il compito di sottolineare questo aspetto è stato affidato al fotografo Russell Fleming, pronto ad immortalare il modello Kurt Hanger mentre sfoggia alcuni modelli sulle coste australiane. Ed è forse il fisico atletico di quest'ultimo, unito ad aderenze e forme che offrono spunti all'immaginazione, a fare il resto del gioco e a creare una certa attenzione.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10]


Una famiglia omogenitoriale nella pubblicità di Granoro

Pubblicato il


Mentre il sottosegretario allo sviluppo economico Simona Vicari (Ncd) ha intrapreso una crociata contro la coppia gay mostrata in una pubblicità statunitense di Tiffany (arrivando addirittura a minacciare possibili azioni legali se oseranno portare in Italia investimenti legati a quella campagna), è una famiglia omogenitoriale quella scelta da Granoro per la promozione della propria pasta. Nella propria comunicazione l'azienda pugliese invita a dedicare il proprio tempo a chi si ama, mostrandoci l'immagine di quelli che appaiono due papà in compagnia del proprio figlio.
Da notare è come i commenti giunti sulla pagina Facebook di Granoro siano in maggioranza positivi, anche se non manca chi non ha perso occasione per ostentare posizioni integraliste.
Ignoti, invece, sono i motivi che hanno spinto l'azienda a scegliere quell'immagine: c'è chi sostiene possa essere una risposta a Barilla, chi non esclude possa trattarsi di una presa di pozione dinnanzi al modello esclusivista che la Regione Lombardia sostiene di voler imporre ai propri cittadini.
Fatto sta che ci troviamo dinnanzi all'estrema testimonianza di un Paese in cui la società civile chiede un cambiamento e dove la politica è il maggior freno al futuro.


Ab-stract, il nuovo video di Andrew Christian

Pubblicato il


Che si tratti di una roulette o del gioco della bottiglia, la regola è sempre la stessa: si da una spinta ed è la fortuna a determinare le sorti del gioco. È proprio su questo meccanismo che si basa anche il nuovo nuovo video promozionale realizzato da Andrew Christian, dal titolo "Ab-stract".
Le immagini ci conducono all'interno di un locale locale (dove incontriamo lo stesso Christian nel ruolo di un improbabile addetto al guardaroba) dove i modelli della sua scuderia si dedicano ad un curioso gioco di società: una volta collocata una tela sul pavimento, una ruota elegge il nome di un ragazzo e la parte anatomica del corpo con cui dovrà lasciare un'impronta di vernice. Naturalmente non mancano anche gli impoveristi (forse auspicabili nel caso in questione, ndr) come il bere un chupito dal corpo di un altro ragazzo o lo scambiarsi un appassionato bacio.
Una volta finita l'opera, il tutto viene puntualmente autografato dai suoi autori. Magari qualcuno potrà anche nutrire dubbi sul valore artistico del risultato finale, ma è presumibile che nessuno oserà mettere in discussione la qualità del materiale utilizzato per la sua realizzazione.
Tra i modelli coinvolti nel video è possibile riconoscere i volti di Topher DiMaggio, Pablo Hernandez, Murray Swanby, Cory Zwierzynski, Peter Le, Rocky Santos, Brian Prince Roman e Jonny Manzanares. La regia è come sempre di Jeff White mentre la canzone in sottofondo è "I Like It I Like It" di Twirl.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] [14] [15] [16] [17] [18] [19] [20] [21] [22] [23] [24] [25] [26] [27] [28] [29] [30] [31] [32] [33] [34] [35] [36] [37] [38] [39] - Video: [1]


Anche una coppia gay nella nuova pubblicità di Tiffany

Pubblicato il


«Prometti che non smetterai mai di completare le mie frasi o di cantare stonato, cosa che spesso mi inquieta? E che questa sarà la prima frase di una lunga storia che mai, mai avrà fine? Lo vuoi?». È questa la frase che accompagna l'immagine di una coppia gay in una delle nuove pubblicità di Tiffany.
Lo scatto è stato realizzato dal fotografo tedesco Peter Lindberg ed è parte di sette immagini che ritraggono svariati momenti d'amore di varie coppie. «Le foto sono una celebrazione dell'amore moderno mentre creano scene che mostrano come l'amore si presenta in una varietà di forme -ha dichiarato la portavoce dell'azienda Linda Buckley- Al giorno d'oggi, la strada per il matrimonio non è più lineare, e il vero amore può accadere più di una volta e in forme diverse».
L'azienda ha anche sottolineato come i due modelli ritratti non siano modelli professionisti ma una normalissima coppia incontrata per le strade di New York.


Justin Bieber è il nuovo volto di Calvin Klein

Pubblicato il


La notizie era nell'area da tempo ma è stata ufficializzata solo ora con l'uscita dei primi scatti: Justin Bieber è il nuovo volto di Calvin Klein. Nel materiale diffuso il cantante canadese appare in alcuni scatti e in due video promozionali (uno dei quali lo vede in versione batterista in compagnia della modella olandese Lara Stone).
La nuova campagna pubblicitaria interesserà 20 paesi nei canali digital, outdoor e stampa. Gli organizzatori preannunciano anche che sarà molto incentrata sul digital e già da qualche mese è attiva l'iniziativa #mycalvins, un'iniziativa virale volta a raccogliere i selfie dei fan con addosso un capo firmato dal brand.
«Calvin Klein è un brand iconico e sono emozionato e onorato di poter entrare a far parte della storia di Calvin Klein con questa campagna. Sono un fan di lunga data del brand e indosso i loro jeans e il loro intimo da sempre, insomma è un sogno che diventa realtà -ha dichiarato Justin Bieber- È l'inizio di un nuovo emozionante anno per me, personale e professionale, e far parte di questa campagna è stata un'opportunità e un'esperienza fantastica».

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] [14] [15] [16] - Video: [1] [2]


Arrivano i nuovi Chilli Boys

Pubblicato il


Nell'aprile del 2013 la ChilliPie Made in Italy lanciò una campagna pubblicitaria decisamente insolita per il mercato pubblicitario italiano, caratterizzata da alcuni ragazzi aitanti e disinibiti che potessero ironicamente comunicare come gli accessori della collezione uomo non fossero stati concepiti con lo scopo di coprirsi, ma con quello di esprimersi.
Con l'arrivo della campagna 2014/15, l'azienda ha deciso di rilanciare quella linea comunicativa attraverso quattro nuovi ChilliBoys. Anche in questo caso gli scatti giocano sul contrasto fra immagini in bianco e nero contrapposte alla vivacità dei colori dei capi indossati, senza preoccuparsi troppo di mostrare anche qualche nudità. Non a caso, ricalcando le modalità a cui ci ha già abituato qualche stilista internazionale, sul loro sito è presente una sezione riservata in cui verranno progressivamente pubblicate, da qui a fine febbraio, tutte le nuove immagini della campagna.
Immancabili è anche il video di backstage pubblicato sulle varie piattaforme sociali, al quale presto si aggiungeranno anche dei veri e propri spot.
Da notare è anche come tutti i ChilliBoys siano modelli non professionisti, una scelta dettata dalla volontà di mostrare persone "vere" che non rappresentino mete inarrivabili ma persone comuni che potremmo tranquillamente incontrare nella nostra quotidianità.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11]


La squadra di hockey dell'università di Nottingham si spoglia contro l'omofobia

Pubblicato il


È in continuo aumento il numero delle squadre sportive che decidono di alzare la voce contro l'omofobia nello sport. Anche i ragazzi della squadra di hockey dell'Università di Nottingham (in Inghilterra) hanno deciso di dare il proprio contributo attraverso un video realizzato in collaborazione con il sindacato studentesco e con il progetto Voice Your Rights.
«Ci mettiamo nudi per uno scopo -dicono- per combattere l'omofobia nello sport».
L'abitudine di partecipare senza veli a simili iniziative pare sia stata lanciata dai canottieri dell'università di Warwick, annualmente protagonisti dell'ormai celebre calendario finalizzato alla raccolta di fondi per la lotta all'omofobia. E se qualcuno non ha mancato di etichettare quell'iniziativa come puro esibizionismo o goliardia, è difficile non riflettere su come lo spogliarsi per un pubblico del proprio sesso presupponga una piena accettazione delle diversità e una serenità sul fatto che gli apprezzamenti ricevuto dal pubblico gay non siano altro che un complimento. Insomma, è il primo passo per chiedere di lottare contro l'omofobia dopo aver dato l'esempio in prima persona.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] [14] [15] - Video: [1]


Un sirenetto è il protagonista del nuovo spot della Ford

Pubblicato il


Secondo gli stereotipi di genere, è l'uomo ad interessarsi alle automobili mentre la donna deve occuparsi della casa. Forse è questo il motivo per cui gli spot l'industria automobilistica ci hanno spesso e volentieri abituato a vedere ragazze prominenti che inducessero i maschietti all'acquisto o immagini di supermercati e seggiolini per bimbi che testimoniassero la praticità del veicolo alle femminucce.
Pare, però, che la sezione europea della Ford abbia deciso di infrangere gli stereotipi ed abbia scelto un sirenetto come protagonista del suo nuovo spot. Il giovane viene mostrato in tutta la sua prestanza fisica mentre esce dall'acqua ed attraversa la spiaggia fra gli sguardi concupiscenti dei presenti. Il tutto mentre l'interesse viene manifestato anche da alcuni uomini, seppur l'allusione non permetta di poter sapere con certezza se il motivo della loro curiosità sia il lato b del ragazzo (peraltro mostrato in un notevole primo piano) o l'autovettura che gli sta di fronte. Ma in fondo è proprio sul doppio senso che si gioca l'intero spot, pronto a chiudersi con un irriverente «Tieni le chiavi dove vuoi».

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] - Video: [1]


Nudi per combattere lo stigma dell'HIV

Pubblicato il


Lo stigma non colpisce solo le persone che vivono con l'HIV, danneggia tutti noi. È quanto afferma la campagna "HIV Stripped Bare" lanciata in Inghilterra dal GMFA's FS Magazine.
In un mondo sempre più caratterizzato dall'individualismo e dall'egoismo, il messaggio pare voler affrontare l'argomento da un lato meramente egoistico e si domanda come si possa sperare di ottenere onestà e trasparenza quando l'opinione pubblica ritiene che una persona con l'HIV abbia perso il loro proprio diritto ad una vita sentimentale felice o appagante. Oppure come si possa sperare che le persone si sottopongano ai tesi di prevenzione se la paura del risultato è bloccante?
Insomma, fino a quando rimarrà in vita lo stigma nel confronti delle persone con HIV, sarà veramente difficile riuscire ad ottenere risultati importanti nella prevenzione. Ed è bene notare come quella chiusura sia immotivata, dato che vivere con l'HIV non significa essere condannati, non significa essere "impuri" e non significa rappresentare un pericolo. L'HIV non è una questione di igiene personale o un giudizio morale, l'HIV è solo un virus e come tale dovrebbe essere trattato: serve informazione e trasparenza, non certo inutile paura e assurdi pregiudizi.
Ed è per comunicare questo messaggio che dodici ragazzi che vivono realmente con l'HIV hanno deciso di mettersi a nudo, fisicamente e figurativamente, nel raccontare le proprie storie. Le immagini sono state realizzate dal fotografo Chris Jepson.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12]


La provocazione del nuovo spot austriaco per la prevenzione dall'HIV

Pubblicato il


L'Austria si è spaccata dinnanzi al nuovo video per prevenzione contro l'Aids diffuso dalle autorità. Realizzato in stile fumetto, il filmato è volutamente provocatorio in modo da attirare l'attenzione dei giovanni.
Se qualcuno spera di poter combattere le malattie sessualmente trasmissibili attraverso spot in cui il termine "preservativo" viene censurato per non infastidire i vescovi, il capo dell'agenzia pubblicitaria che ha curato la realizzazione del video non ha dubbi nel sostenere che «Solo così si riesce a dare una sveglia ai giovani».
Le immagini mostrano due gatti che hanno rapporti espliciti in un parco, ricordando al termine come ogni tipo di incontro vada bene purché lo si faccia con il cervello e con l'uso del preservativo. Inevitabile è notare anche come si sia scelto di seguire la strada già intrapresa dall'Ufficio della Sanità svizzera nello scegliere di suggerire le precauzioni in in clima che non rappresenti una forma di giudizio versi chi sceglie una sessualità libera ed incontri occasionali.

Clicca qui per guardare il video.