Visualizzazione post con etichetta Personaggi. Mostra tutti i post

Adam Garcia

Pubblicato il


Adam Garcia nasce il 1° giugno 1973 a Wahroonga, in Australia. Lascia l'università per assumere il ruolo di Slide nella produzione "Hot Shoe Shuffle", che ha girato in Australia due anni prima di trasferirsi a Londra, città nella quale decide di rimanere per partecipare ai musical nel West End.
La sua carriera da attore ha inizio nel 1997 grazie al ruolo di Jones nel film "Wilde". Seguono interpretazioni di Tony Manero nella versione teatrale de "La febbre del sabato" sera dal 1998 al 1999, ruolo che gli permetterà di ricevere la nomination al premio Laurence Olivier Awards come miglior attore di musical.
Nel 2000 entra nel cast del film "Le ragazze del Coyote Ugly" ed il ruolo di Kevin O'Donnell gli permette di ottenere una grande visibilità. Sempre nel 2000 interpreta Sean in "Bootmen" e viene chiamato a far parte del corpo di ballo esibitosi durante la cerimonia di apertura delle Olimpiadi di Sydney.
Nel 2004 affianca Lindsay Lohan e Megan Fox nel film "Quanto è difficile essere teenager!", mentre tra il 2006 e il 2007 interpreta il ruolo di Fiyero nella produzione londinese di "Wicked" accanto Idina Menzel ed Helen Dallimore.
Verso la fine del 2008 recita in due serie di ITV, "Britannia High" in cui interpreta un insegnante di danza, mentre nel 2010 è uno dei giudici del reality show "Got to Dance" con Ashley Banjo e Kimberly Wyatt.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] [14] [15] [16] [17] [18] [19] [20] [21] [22] [23] [24] [25] [26] [27] - Video: [1] [2] [3]


Giulio Berruti posa nudo per Attitude (e per promuovere il sesso sicuro)

Pubblicato il


È sicuramente uno fra gli attori italiani più belli, ma il suo ruolo nel musical "Walking on Sunshine" lo ha portato ad essere molto popolare anche in Inghilterra. Ed è proprio dalle pagine della rivista britannica Attitude che l'attore ha deciso di mostrarsi come mamma l'ha fatto (con solo un cuscino a coprire le parti basse) per promuovere il sesso sicuro.
Alla domanda se si fosse mai spogliarsi per un ruolo, Berruti ha risposto: «L'ho fatto. È stato un nudo frontale e, sinceramente, nel girare quelle scene mi sono trovato completamente a mio agio». Il riferimento è al film "Goltzius and the Pelican Company" di Peter Greenaway, durante il quale l'attore si è mostrato molto generosamente dinnanzi alla macchina da presa.
Nel corso dell'intervista Berruti ha anche raccontato quale sia il suo rapporto con la nudità: «Siamo nati nudi e, fintanto ci si sente a proprio agio con sé stesso, perché non bisognerebbe mostrarsi?».

Immagini: [1] [2] [3]


Dan Osborne nudo per l'Ice Bucket Challenge

Pubblicato il


C'è chi dice che l'Ice Bucket Challenge sia solo una moda o un modo di farsi pubblicità... eppure non va dimenticato come lo scopo sia quello di raccogliere fondi per la ricerca sulla SLA e di come le entrate registrate quest'anno abbiano raggiunte soglie che negli anni scorsi non apparivano neppure immaginabili. Insomma, che si tratti di moda o di pubblicità, pare che  l'Ice Bucket Challenge abbia raggiunto l'obbiettivo più importante, ossia un contributo tangibile alla ricerca.
Premesso ciò, fra i personaggi più esibizionisti che si sono prestati a rovesciarsi addosso una secchiata d'acqua gelata non è mancato il bellissimo modello inglese Dan Osborne che, all'interno del proprio video, ha pensato bene di mostrarsi come mamma l'ha fatto.
Divenuto particolarmente popolare grazie al programma televisivo "Spash" al fianco di Tom Daley (qui e qui due spezzoni della trasmissione), Osborne non è mai apparso particolarmente pudico, mostrandosi generosamente nei suoi servizi fotografici e sui social network. Evidentemente ha voluto mantenere la tradizione anche in quest'occasione...

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] - Video: [1]


Brett Hollands

Pubblicato il


Nato nell'aprile del 1971 a Toronto, in Canada, Brett Hollands vanta una carriera decennale come modello. Il suo ingresso nella scuderia della Ford Models risale al marzo del 1992 e da lì è partito un sodalizio che sta durando da più di 22 anni.
Curioso è come in rete sia pressoché impossibile trovare informazioni biografiche sulla sua vita privata (se non che oggi vive a Miami, in Florida) a fronte di una documentazione lavorativa così ricca da essere difficilmente riportabile in maniera esaustiva, basti pensare a come fra i nomi che lo hanno voluto figurino compagnie come Abercrombie & Fitch, Alexander Julian, Bacardi Island Breeze, Banana Republic, Blauer, Body Body Wear, Brooks Brothers, Disney, Gant, Gillette, Globe-Trotter, Guess, Jockey, Lab Series for Men, North 44, Perry Ellis America, Polo Sport, Rochas, Teháma, Versace Jeans Couture, Versace Sport e Wella.
È apparso sulle pagine di GQ, Level, Men's Health, Menswear, New York Magazine, L'Uomo Vogue runway Armani, Diesel, Emporio Armani, Hugo Boss, Versace e tanti altri, così come non sono mancate sue apparizioni nei cataloghi di Adidas, Avon, Bachrach e via discorrendo. Da un punto di vista fisico, è alto 189 cm, ha occhi azzurri e capelli biondo scuro.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] [14] [15] [16] [17] [18] [19] [20]


Billy Santoro

Pubblicato il


Billy Santoro nasce il 14 gennaio 1976 a Filadelfia, negli Stati Uniti. Da piccolo sognava di diventare un Wrestler Pro, ma verso i 15 anni abbandonò l'idea e si limitò a volere un lavoro che lo portasse a divenire il capo di sé stesso. Nel 1997 si laurea in business presso l'Università di Pittsburgh.
Trasferitosi a Washington (dove vive tutt'ora), il 3 settembre 2013 sposa l'attore pornografico Seth Treston. Nello stesso periodo, all'età di 37 anni, decide di debuttare nel mondo del cinema per soli adulti attraverso un film prodotto da Chaosmen. La sua performance non passa inosservata e ben presto ottiene un contratto in esclusiva con Men.com. Al suo attivo ci sono anche produzioni di SX Video, Raging Stallion, Hothouse, Jake Cruise Productions, Channel 1 Releasing, Falcon, Men at play e Lucas Entertainment (per la quale ha preso parte anche ad una scena in compagnia di suo marito).
Assolutamente versatile nei ruoli, Santoro non ha mancato di recitare in pellicole particolarmente forti. In particolar modo spiccano i ruoli da slave riservategli da Kink.com (e prodotti sotto le etichette di Bound Gods, Bound in public, Naked Kombat e Men on edge).
Dice di detestare quando i modelli non si rispettano a vicenda («Noi tutti stiamo facendo la stessa cosa: sesso gay hardcore per denaro», sottolinea) e non ha mai avuto problemi con la sua professione. Anche i suoi genitori sanno di cosa si occupa e sua madre si è detta «onorata» dal nome d'arte da lui scelto: il suo vero nome ed il cognome da nubile di sua madre.
Particolarmente attivo su Twitter, ogni giorno dedica una parte della sua giornata ai social network per rispondere alle varie domande e richieste che gli arrivano dai fan.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] [14] [15] [16] [17] [18] [19] [20] [21] [22]


Valerio Pino si spoglia per il suo 33° compleanno

Pubblicato il


In occasione del suo 33° compleanno, Valerio Pino ha voluto condividere il momento con i propri follower. Ed è così che sui social network ha pubblicato alcune immagini che lo ritraggono in accappatoio con in mano una torta e le immancabili candeline. Ma, così come non dovrebbe stupire chi conosce il suo stile, il ballerino non ha mancato di riservare una sorpresa ai propi fan attraveeso uno dei due scatti realizzato con l'accappatoio aperto e con parte dei suoi gioielli di famiglia in bella mostra.

Immagini: [1] [2]


Alessandro Magni e la storia di una passione

Pubblicato il


Uno scatto pubblicato in rete può cambiare la vita. C'è chi ha condiviso il materiale sbagliato, ma anche chi ha visto nascere la propria carriera grazie ad un'immagine (si pensi a CJ Richards o Sean O'Pry, entrambi scoperti da dei talent scout grazie al materiale che avevano pubblicato sui propri profili di My Space).
Anche in Italia questo fenomeno pare aver preso piede e c'è chi grazie alla rete è riuscito a trasformare la propria passione in un lavoro. È il caso di Alessandro Magni, un ragazzo di 25 anni di Gallarate che, come tanti suoi coetanei, aveva iniziato a pubblicare sui social network una grande quantità di selfie amatoriali realizzati nei più svariati momento della sua quotidianità.
Grazia ad una serie di concause (dalla sua indiscutibile bellezza alla varietà di situazioni, sino alla documentazione di viaggi oltreoceano) il suo seguito è aumentato sino a raggiungere numeri importanti: 41mila follower su Instagram, 3000 su Facebook e 1800 su Twitter.
La sua passione per la comunicazione (peraltro indirizzo in cui si è laureato in Scienze Politiche e Sociali) ha creato una sorta di alchimia in cui l'esibizione di sé non sfocia nell'ostentazione e dove i selfie divengono il mezzo per comunicare un messaggio che va al di là della semplice immagine. Motivi, questi, per cui una serie di aziende specializzate nel lifestyle si sono interessate a lui e alle sue potenzialità da social influencer.
Il 15 maggio Alessandro ha dato vita anche ad un proprio blog di lifestyle, attraverso il quale condividere i suoi consigli di moda e le immancabili immagini della sua quotidianità (raggiungendo i 7000 contatti già nelle prime 24 ore). L'8 luglio scorso, invece, è stato il momento del suo primo servizio fotografico nelle inedite vesti di modello (il tutto realizzato dalla fotografa di moda Eleonora Federico).
Per quanti volessero continuare a seguire la sua storia per immagini, l'appuntamento è attraverso il suo blog o i suoi profili su Instagram, su Facebook e su Twitter.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] [14] [15] [16] [17] [18] [19] [20] [21] [22] [23] [24] [25] [26] [27] [28] [29] [30] [31] [32]


Le pornostar Dato Foland ed Abraham Al Malek si sono sposati in Spagna

Pubblicato il


Qualcuno forse li ricorderà come una coppia cinematografica, ma ora sono una coppia anche nella vita reale. Dato Foland e Abraham Al Malek si sono sposati lo scorso 23 maggio in Spagna.
Dato è di origini russe (più precisamente nella città di Vladimir, a 190km nordest di Mosca) ed attualmente risiede a Madrid. Al Malek è di origine spagnola. Entrambi pornostar, hanno lavorato insieme sui set dei film "Cum On Over" (diretto da Damien Crosse e prodotto da StagHomme) e "Hotel X, Part 2" (prodotto da Men.com). Agli amanti dei dettagli interesserà forse sapere come i due abbiano ricoperto ruoli attivi e passivi alternati all'interno delle due scene in questione.
Ma quel che più importa è come l'intera vicenda sottolinei come gli attori pornografici rivestano sì un ruolo di oggetto del desiderio quando sono dinnanzi alla macchina da presa, ma nella vita privata sono alla ricerca di ciò che comunemente ogni uomo vuole: l'amore e una famiglia. Non a caso anche il regista di uno dei loro film, Damien Crosse, si legalmente sposato nel 2009 in spagna con l'attore italiano Francesco D'Macho (peraltro regista di un film in cui il marito ha recitato proprio al fianco di Al Malek).

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] [14] [15] [16]


Cory Zwierzynski

Pubblicato il


Cory Zwierzynski è nato nel 1988 Pittsburgh, in Pennsylvania (Stati Uniti). Nel 2007 si diploma alla Center Area Senior High School di Monaca (Pennsylvania). Dal 2006 al 2009 inizia a lavorare presso un negozio della Abercrombie & Fitch di Robinson, prima di trasferirsi a Tampa, in Florida, dove tutt'ora risiede. Nel 2010 entra a far parte del gruppo di performer della Florida Entertainment Group, mentre nel 2012 si laurea in marketing presso l'University of Tampa.
La notorietà internazionale, però, arriva nel 2013, quando le selezioni di Trophy Boy lo hanno portato a divenire uno dei modelli di Andrew Christian.
Per conto dello stilista ha preso parte ad alcuni video promozionali del noto brand, tra i quali "Two-Man Push-Up Challenge", "Black/White", "Kiss", "Gay & Lucky", "View From The Top", "Candy pop", "Almost Naked Quirk Boxer", "Glow" e "View From The Top".

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] [14] [15] [16] [17] [18] [19] [20] [21] [22] [23] [24] [25] [26] [27] [28]


Addio a Giorgio Faletti, aveva a 63 anni

Pubblicato il


Si è spento a Torino Giorgio Faletti, uno tra gli artisti più poliedrici del panorama italiano. Aveva 63 anni ed era malato da tempo. A stroncarlo è stato un tumore ai polmoni.
Giovedì mattina, Faletti aveva affidato a Twitter le sue emozioni all'interno del suo ultimo messaggio ai fan: «A volte immaginare la verità è molto peggio che sapere una brutta verità. La certezza può essere dolore...».
Nato ad Asti il 25 novembre 1950, si laurea in giurisprudenza. Inizia la sua carriera da cabarettista al Derby di Milano (un locale attorno a cui ruotavano anche altri nomi divenuti celebri, come Diego Abatantuono, Teo Teocoli, Massimo Boldi, Paolo Rossi e Francesco Salvi) e si guadagnò frequenti apparizioni televisive su Antenna 3.
Nel 1983 partecipa al fianco di Raffaella Carrà in "Pronto Raffaella", ma è nel 1985 che raggiunge la notorietà soprattutto grazie ai suoi personaggi in "Drive In" di Antonio Ricci.
Mentre la sua carriera televisiva è all'apice, si avvicina al mondo della musica e nel 1988 pubblica il mini-album "Colletti bianchi", colonna sonora del telefilm omonimo che lo vede fra i protagonisti. Nel 1991 è la volta del suo secondo album ("Disperato ma non serio"), mentre nel 1992 partecipa al Festival di Sanremo in coppia con Orietta Berti con la canzone "Rumba di Tango". Nel 1994 torna sul palco dell'Ariston e conquista il secondo posto con la canzone "Signor tenente", ispirata alle stragi di Capàci e di via D'Amelio.
Continua a scrivere canzoni per qualche anno, decidendo poi di aprire una nuova era della sua vita e stupisce tutti affermandosi come scrittore di best seller.
La sua prima opera è libro "Porco mondo che ciò sotto i piedi", ispirato al personaggio comico di Vito Catozzo che gli diede successo ai tempi di "Drive In". Nel 2002 pubblica il suo primo thriller -dal titolo "Io uccido"- che vende più di quattro milioni di copie. Due anni più tardi è la volta di "Niente di vero tranne gli occhi" a cui nel 2006 segue "Fuori da un evidente destino". E poi, ancora, nel 2009 esce "Io sono Dio", nel 2010 "Appunti di un venditore di donne" e nel 2011 "Tre atti e due tempi".


Topher DiMaggio

Pubblicato il


Topher DiMaggio nasce il 27 dicembre 1985 ad Houston (Texas, Stati Uniti) da una famiglia di discendenza italo-irlandese. Cresciuto tra il Texas e le Hawaii, si è diplomato e è stato avvicinato da un agente interessato a rappresentarlo. A soli 17 anni si è ritrovato ingaggiato come modello per la Abercrombie and Fitch (i suoi addominali sono comparsi sui sacchetti della nota catena per ben tre stagioni consecutive). In quel periodo ha anche posato per Maserati, Nordstrom ed Andrew Christian Underwear (per il quale lavora tutt'oggi).
Nel 2007 ha accettato l'offerta per apparire nudo, in solitaria, in un video per soli adulti. Da lì è iniziata la sua carriera nel mondo dell'hard. Ci volle qualche anno, ma ben presto divenne uno dei più popolari giovani attori della pornografia gay.
Nel corso degli anni ha lavorato per svariate case di produzione, come Hothouse Entertainment, Falcon Studios, Jet Set Productions, Titan Media, Lucas Entertainment, Naked Sword e Men.com. In tutti i suoi film ha sempre avuto un ruolo attivo... perlomeno sino al dicembre del 2013. In quel mese, infatti, La Men.com ha realizzato la prima scena in cui DiMaggio ha un ruolo passivo al fianco di Lance Luciano. Il marketing che è ruotato attorno a quella scelta è stato tale da portare le riviste del settore a parlare di un «fatto epocale» e la casa di produzione a parlare di «un regalo di Natale».
Nel suo tempo libero Topher ama ascoltare musica k-pop (IU, 2NE1, Big Bang e 2PM sono alcuni dei suoi artisti preferiti), leggere i libri di Harry Potter books e guardare i film.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] [14] [15] [16] [17] [18] [19] [20] [21] [22] [23] [24] [25] [26] [27] [28]


Bruno Knight

Pubblicato il


Nato nel 1984, Bruno Knight è un attore pornografico gay di origine inglese. Cresciuto nella comunità agricola di Somerset (nel sud-ovest dell'Inghilterra), ha collezionato una lunga lista di esperienze personali: ha gareggiato a livello internazionale come Show Jumper, ha gestito un bar a Bournemouth ed ha partecipato attivamente alla promozione delle attività dell'Opera House cittadina.
Nel 2010, dopo aver rotto con il suo ex, decide di prendere parte al suo primo film a luci rosse. Solo sei settimane dopo aver girato la sua prima scena, Knight si ritrova già sul palco dell'Hustlaball di Londra per prendere parte al suo primo live show. Da quel momento non si è più fermato e sino al 2013 ha preso parte ad un totale di 14 pellicole (realizzate per case di produzione come Alpha Male, Raging Stallion, Lucas Entertainment, Eurocreme e Hothouse) alternando ruoli attivi e passivi e concedendosi anche a situazioni piuttosto forti.
Nel frattempo ha iniziato ad esibirsi anche come cubista, ha aperto un proprio night club a Londra ed ha iniziato a lavorare anche come regista per Men at Play (un sito gay specializzato in filmati di uomini in giacca e cravatta per il quale ha preso parte anche ad alcune scene in veste di attore).
Il 16 giugno 2014 è stato arrestato all'aeroporto di Los Angeles dopo aver tentato di imbarcarsi su un volo aereo trasportando sostanze stupefacenti all'interno del proprio retto. L'ironia della sorte ha voluto che nel luglio del 2012 l'attore avesse inscenato una situazione molto simile nel film "Security Control", dove al fianco di Kyle King si era ritrovato protagonista di una perquisizione rettale simile a quella che due anni più tardi l'ha condotto in cella.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] [14] [15]


È morto Cameron Fox. Aveva 36 anni

Pubblicato il


Cameron Fox è moto all'età di 36 anni. Il suo decesso risale al 12 giugno scorso ma, dopo una serie di indiscrezioni e smentite, la notizia ha trovato conferme ufficiali solo ora: la Falcon Studios, infatti, ha pubblicato su Twitter un lapidario ed inequivocabile «RIP Cameron Fox». Al momento non è stato resco noto alcun dettaglio sulle cause della morte.
Cameron Fox (al secolo Shane Eugene Davis) è stato uno degli attori pornografici gay più acclamati dello scorso decennio. Nato in Texas nel novembre del 1977, ha iniziato a lavorare per la Falcon Studios nel 1999. Nel corso degli anni ha collaborato con svariate case di produzione e si è aggiudicato anche alcuni importanti premi del settore (come l'Haunted House on S3x Hill e il Soccer Shooters). Si è ritirato dalle scene nel 2005, lasciando in eredità la sua partecipazione in una cinquantina di film.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12]


L'olimpionico John Fennell ha fatto coming out

Pubblicato il


«È soffocante vivere nascosti. Devi giocare continuamente giocare a "chi lo sa?". Non puoi farti sfuggire sensazioni o segreti. Devi essere super macho. Devi essere iper-consapevole dei tuoi  modi di fare e non lasciarti sfuggire nessuna vibrazione che potrebbe essere rilevata. È molto faticoso». Sono queste le parole con cui John Fennell ha fatto coming out nel corso di un'intervista alla Gazzetta di Montreal.
Il 19enne pratica lo slittino ed ha rappresentato il Canada alle olimpiadi invernali di Sochi. Nella su intervista non ha mancato di sottolineare come l'omofobia che spesso aleggia nello sport lo abbia bloccato a lungo. «È stato qualcosa che ho cercato di nascondere -ha raccontato- Sono uscito con delle ragazze al liceo. Vivendo nel mondo dell'atletica c'è una certa dose di spavalderia che devi sostenere, quindi è una parte di me che ho davvero dovuto sopprimere».
Dopo il suo coming out Fennell ha ricevuto il pieno supporto sei suoi fan su Twitter.


Sam Smith ha fatto coming out

Pubblicato il


«In the Lonely Hour parla di un ragazzo di cui mi sono innamorato l'anno scorso e che non mi ricambiava. Penso di averla superata questa cosa, ma mi trovavo in una condizione molto difficile. Mi sentivo solo proprio per il fatto che non avevo mai provato l'amore. Gli ho parlato di recente e ovviamente non è mai andata come avrei voluto, perché lui semplicemente non mi ama». È così che, parlando del suo nuovo lavoro musicale, il cantante inglese Sam Smith ha fatto coming out.
Nato il 19 maggio 1992, ha conquistato la fama con il single "Latch" nell'ottobre del 2012, raggiungendo l'undicesimo posto della UK chart. Il brano successivo, dal titolo "La La La" ha conquistato la vetta degli album più venduti in Inghilterra nel maggio del 2013.

Via: Queerblog


Alessio Bernabei, la voce dei Dear Jack

Pubblicato il


Alessio Bernabei è la voce dei Dear Jack ed uno dei finalisti dell'attuale edizione di Amici. Nato a Tarquinia (in provincia di Viterbo) il 4 settembre 1992, ha lavorato come barista, parrucchiere e idraulico.
Dopo essersi diplomato in ragioneria, nel 2011 tentò per la prima volta un ingresso nel mondo dello spettacolo partecipando come solista ai provini di X-Factor (qui un video amatoriale dell'esibizione) ma il «si» unanime ricevuto non du sufficiente per andare avanti.
Nel 2012, insieme a Francesco Pierozzi, Lorenzo Cantarini, Alessandro Presti e Riccardo Ruiu, formò il gruppo musicale Dear jack con i quali è entrato a far parte della tredicesima edizione di Amici.
Particolarmente attivo su Ask.fm, ha soddisfatto le domande dei suoi fan raccontando varie curiosità ed aneddoti, come l'avere il 44 di scarpe o il ritenere che Zayn sia il più bello degli One Direction. Tra i vari quesiti non è mancato chi gli ha chiesto se fosse gay, ma lui ha sempre sostenuto di essere etero pur mostrando in più occasioni di non avere particolari problemi a scherzare sulla sua sessualità (nota è l'immagine pubblicata su Facebook in cui si è mostrato nudo insieme al compagno di gruppo e di stanza, Francesco Pierozzi, sostenendo che vi fosse «aria gaia in stanza» e che volevano «entrare in doccia insieme»).
Tra le curiosità soddisfatte dal cantante non mancano quelle più piccanti: Alessio ha raccontato di essere un feticista dei piedi («per me i piedi sono la cosa più eccitante al mondo», dice) e -come culmine di una lunga diquisizione sulle sue misure- di avere un pene di 20 cm.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] [14]


Jake Houser

Pubblicato il


Si chiama Jake Houser, è nato il 21 dicembre 1988 e a molti il suo volto sarà noto come uno dei modelli di Andrew Christian. Lo stilista lo ha scoperto nel 2013, quando partecipò e vince il Trophy Boy model contest di quell'anno (un concorso finalizzato proprio alla scoperta di nuovi modelli).
Ex-militare, body builder ed amante della tecnologia, Houser ha già messo a frutto il suo fisico scolpito lavorando come cubista sotto lo pseudonimo di Baron De Onca per i Men of skin, un gruppo di Kansas City che si occupa di animazione nei locali. La sua scheda riporta anche che è gay e che è nato sotto il segno del sagittario.
Il suo apprezzamento da parte del pubblico pare confermato anche dalla grande quantità di video e servizi fotografici in cui Andrew Christian ha deciso di coinvolgerlo. Solo ultimamente si contano "Black/White", "View From The Top", "Kiss", "Trophy Boys Kissing", "Baby He's a Star", "Candy Pop", "Push-Up Challange", "Sugar Rush" e "The Night Before".

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] [14] [15] [16] [17] [18] [19] [20] [21] [22] [23] [24] [25] [26] [27] [28] [29] [30] [31] [32] [33] [34] [35] - Video: [1]


Alessandro Egger

Pubblicato il


Lui si chiama Alessandro Egger ed è diventato l'idolo di tanti adolescenti grazie al ruolo di Nick nella serie televisiva "The Band" (prodotta da Magnolia per DeA Kids ed attualmente trasmesso da Super! sul canale 47 del digitale terrestre).
In onda dall'ottobre del 2008, la serie si concentra sulle vicende musicali ed esistenziali che vedono coinvolti i giovani membri di una band agli esordi, i Garage, composta da cinque ragazzi (Maggie, Viola, Nick, Bonzo e Umberto). Ed è proprio in quella veste che Alessandro Egger ha dovuto mettere a fruttoanche le sue capacità canore, dalle quali ha preso vita anche l'album "Diario musicale" che raccoglie alcuni brani della colonna sonora.
«Prima di entrare nel programma ho fatto cinque casting -ha raccontato in un'intervista del 2012- continuavo ad andare e tornare dagli studi televisivi fino a quando ho incontrato Francesca. Abbiamo provato il copione insieme per la prima volta e abbiamo subito creato un armonia fra noi, e da li ci siamo visto direttamente sul set».
Nato il 6 settembre 1991, Alessandro ha avuto la passione per la recitazione sin da bambino. Il suo ingresso nel mondo dello spettacolo è avvenuto grazie ad alcuni ingaggi in pubblicità e telepromozioni, esperienze che lo hanno traghettato sino al suo primo ruolo di rilievo con "The Band". La sua carriera, però, non si è certo fermata lì e recentemente è stato scelto come uno dei volti della campagna pubblicitaria di Mediaset Premium Academy, così come ha ottenuto una parte nella celebre fiction "Un medico in famiglia" trasmessa da Rai1.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] [14] [15] [16] [17] [18] [19] [20]


Marcos Rezende

Pubblicato il


Si chiama Marcus Rezende, ha 33 anni e vive a San Paolo, in Brasile. Nel 2007, nel 2009 e nel 2013 ha preso parte ad alcuni video e servizi fotografici per soli adulti realizzati dal sito internet Bang Bang Boys. Quei lavori lo portarono anche ad essere notato dalla redazione della rivista G Magazine che, attraverso una serie di scatti pubblicati sul suo trentesimo numero, gli ha garantito visibilità a livello internazionale. D'altro canto va riconosciuto come quelle pagine siano note per ospitare i più bei ragazzi brasiliani, così come la mano del fotografo, la cura nella scelta delle pose, l'attenzione nel posizionare luci e tutti gli altri elementi che corredano un servizio fotografico non hanno mancato di valorizzarlo al massimo.
Nelle brevi biografie che spesso accompagnano le immagini, l'editore afferma che Marcus è eterosessuale ed è un po' timido nel mettersi in mostra davanti all'obiettivo. Dal punto di vista fisico è altro 184cm per 88 chili di peso e, nonostante si alleni costantemente in palestra, afferma di non essere interessato ad una massa muscolare eccessiva.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] [14] [15] [16] [17] [18] [19] [20]


Zach McGowan

Pubblicato il


Zach McGowan nasce a New York Ciry nel 1981. Durante l'infanzia viaggia in lungo e in largo per gli Stati Uniti a causa del lavoro della madre presso la United Airlines. Prima di frequentare il Carleton College (in Minnesota), si diploma presso l'Ethical Culture Fieldston School dove diviene capitano delle squadre di calcio e di hockey su ghiaccio, nonché parte della compagnia filodrammatica e teatrale della scuola.
Nel 2006 esordisce come attore all'interno del film "The Hunt for Eagle One", ottenendo poi il suo primo ruolo di rilievo nel 2011 grazie alla serie televisiva "Shameless". Il suo personaggio, Jody, nasce come una semplice guest star della seconda stagione, ma il successo ottenuto lo portano a divenire un personaggio fisso a partire dalla terza serie. È in quel ruolo che McGowan si ritrova a recitare spesso e volentieri nudo (a volte anche frontalmente): è stato lui stesso a dichiarare di aver rassicurato il regista sul fatto che non avrebbe avuto problemi a spogliarsi, così come racconta di aver posato nudo per alcuni corsi di disegno proprio per prepararsi a quello che lo avrebbe atteso davanti alla macchina da presa.
L'esperienza di un nudo frontale verrà poi ripetuta nel 2014 con la serie televisiva "Black Sails", mentre altri ruoli degli di nota riguardano la sua partecipazione in "Numb3rs", "CSI: Miami" e "Cold Case".

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] [14] [15] [16] [17] [18] [19] [20] [21] [22] [23]