Visualizzazione post con etichetta musica. Mostra tutti i post

Indie Pride: confermati gli Hidden Cameras e il gemellaggio con il Gender Bender Festival

Pubblicato il


Il 18 ottobre l'Indie Pride e TPO porteranno sul palco di Bologna l'unica data italiana dei canadesi The Hidden Cameras ed il loro primo singolo dell album "Age" che si pone come una forte denuncia contro gli atti di bullismo omofobico. Ma non solo. Quest'anno l'Indie Pride sarà partner e preview ufficiale del Gender Bender Festival (in programma dal 25 ottobre al 2 novembre).
A fare da collante per l'evento sarà una denuncia dell'omofobia: «Indie Pride e TPO -si legge nel comunicato stampa- sono convinti che la lotta a transfobia, lesbofobia e omofobia vada letta attraverso l'equazione che, in Europa, vede le discriminazioni più marcate nei paesi dove i diritti riconosciuti alla comunità LGBT sono minori. In questo senso l'Italia vive di mancanze: riferendosi non solo al same sex marriage o all'adozione ma anche a politiche di tutela sul lavoro e a misure reali di welfare, all'introduzione dell'educazione ai generi nelle scuole statali che sono tristemente il primo luogo in cui l'orientamento sessuale è causa di emarginazione e bullismo».


È un amore fra due uomini quello raccontato nel nuovo video musicale di Michele Grandinetti

Pubblicato il


«Il video è semplicissimo: per tutta la durata della canzone il mio sguardo è fisso nei negli occhi di un ragazzo a cui dichiaro il mio amore. La telecamera riprende il tutto in un'unica ripresa, senza tagli. Quello che vorrei si percepisse è il fatto che non dovremmo mai e poi mai vergognarci di amare». Così Michele Grandinetti spiega il significato del videoclip che accompagna la sua cover di "Say Something".
Ad accompagnarlo sul set incontriamo Viorel Alexandrovic Mitu, un attore e modello di origine moldava e detentore del titolo di Mister Europa 2013.

Grazie ad una borsa di studio, a 17 anni Michele lasciò Lamezia Terme per seguire la sua passione e studiare canto presso il Berklee College of Music di Boston. Una serie di incontri professionali lo portarono nel 2006 a firmare un contratto discografico con la Sony BMG Thailandia, divenendo ben presto un volto abbastanza noto del panorama musicale thailandese. Il colpo di stato avvenuto nel Paese asiatico lo costrinse a rientrare in Italia, così come la morte del suo produttore intaccarono le sue speranze di poter riprendere la carriera appena interrotta. Decise così di iniziare a studiare Comunicazione, relazioni pubbliche e pubblicità in un'università milanese.
Nel 2012 si presentò ai provini di X-Factor 6. Superò le pre-selezioni, le audizioni ed bootcamp, interrompendo la sua avventura agli homevisit (durante i quali venne comunque proposto da Morgan per un possibile ripescaggio).
L'esperienza riaccese la sua passione per la musica e lo spinse ad aprire un proprio canale su YouTube in cui pubblicare periodicamente alcuni suoi video.

Clicca qui per guardare il video.


Paolo Tuci torna a proporre le grandi hit degli anni novanta: è la volta di "Baby Baby"

Pubblicato il


Dopo il successo di "A90", Paolo Tuci torna a dare voce ad un'altra grande hit della musica dance degli anni '90. Si tratta di "Baby Baby", registrata nel 1995 da Corona ed inclusa nell'album "The Rhythm of the Night". La canzone riscosse un grandissimo successo negli ambienti dance e raggiunse la top ten in numerose classifiche mondiali (tra cui la prima posizione della classifica dei singoli in Israele e la terza nel Regno Unito).
Nell'occasione Tuci ha anche voluto rendere disponibile per il download gratuito anche un extra pack del suo ultimo album (clicca qui per scaricarlo), all'interno del quale sono contenute tre tracce: "Baby Baby", la versione acustica di "A90" e la versione spagnola di "A90".

Clicca qui per ascoltare "Baby Baby".


Livin' again, il nuovo album di Osvaldo Supino

Pubblicato il


Si intitola "Livin' Again" ed è il nuovo album di Osvaldo Supino. Girato interamente a New York da Shar Adrias, il videoclip racconta un divertente e contagioso gioco d'amore ambientato tra i luoghi più iconici della grande mela. L'idea è nata in occasione dell'esperienza americana di Osvaldo, chiamato a rappresentare l'Italia al Pledge AntiBully di New York, il festival internazionale più importante per la lotta al bullismo.
«Ogni video, ogni brano che ho registrato in questi anni è stato realizzato e racconta di un particolare momento della mia vita -racconta Supino- quasi fossero tutti punti di un lungo diario di viaggio. Non potevo non raccontare questo momento così importante per la mia carriera e la mia prima volta a New York. È una città straordinaria, che ti parla continuamente, frenetica e romantica allo stesso tempo, esattamente in linea con il mood del brano».
Il rilascio del videoclip di "Livin' Again" arriva al centro di un massivo tour del cantante, partito lo scorso 1° giugno da Ferrara (dova ha aperto il concerto di Patty Pravo e Gloria Gaynor) e proseguito per Spagna, Usa, Svizzera, Italia e Germania.

Clicca qui per guardare il video.


Quando i ragazzi di Oxford si danno a Shakira

Pubblicato il


Gli Out of the Blue sono un gruppo a cappella composto da alcuni studenti dell'Università di Oxford e della Oxford Brookes University. Fondato nell'ottobre del 2000 da Derek Smith, il gruppo ha tenuto concerti regolari e si è esibito anche in alcuni spettacoli televisivi (fra cui anche Britain's Got Talent nell'aprile del 2011, conquistando la semifinale).
Ora pare siano riusciti a conquistare il mondo di Internet attraverso un video immediatamente divenuto virale, all'interno del quale quindici studenti in perfetta uniforme oxfordiana si cimentano in una rivisitazione di Shakira (attraverso successi come "Whenever", "Wherever" e il "Waka Waka"). Il tutto accompagnati dalle immagini che ce li mostrano ballare per i prati e le strade lastricate di Oxford.
Ad apparire determinante per il loro successo è stata la stessa Shakira che, attraverso Twitter, si è pubblicamente complimentata con loro dinnanzi ai ai suoi 26,2 milioni di followers.
Il brano è già stato retweettato più di 1.200 volte e è stato inserito fra i preferiti da 1.800 utenti. Su Facebook, invece, ha collezionato più di 88.000 like e 10.000 condivisioni.

Clicca qui per guardare il video.


Dear Jack: un bacio in bocca fra Alessio Bernabei e Lorenzo Cantarini

Pubblicato il


Nel pomeriggio di ieri i Dear Jack sono stati ospiti del Centro Commerciale Campania di Marcianise (Caserta) per incontrare i fan e firmare le copie del loro nuovo album. Ed è proprio in quel contesto che Alessio Bernabei e Lorenzo Cantarini (qui in foto) hanno deciso di alzarsi in piedi e di baciarsi sulla bocca fra le urla festanti dei presenti.
Il tutto è stato immortalato da uno scatto matoriale poi finito su Instagram, il tutto corredato da una descrizione in cui cui si precisava come quello fosse stato «un bacio a stampo». La notizia è stata così ripresa da Bitchyf e rilanciata a macchia d'olio sulla rete.
C'è chi ha scelto di parlare di una possibile omosessualità dei due e chi ricorda come lo sbandierato feticismo di Alessio per i piedi femminili parrebbe suggerire l'opposto... ma in fin dei conti sono mesi che la band gioca con la propria sessualità e l'ambiguità pare essere una caratteristica che li contraddistingue. Non a caso quando un utente di Ask.fm ha chiesto al cantante se avesse mai baciato un uomo, lui non ha avuto dubbi nel rispondere «tutti i giorni (pur precisando di essere eterosessuale).
Il quadro che ne esce pare essere quello di un gruppo di giovani che non ha timore nel vivere la propria affettività senza preoccuparsi troppo di tabù o possibili fraintendimenti.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8]


Livin' Again, il nuovo singolo di Osvaldo Supino

Pubblicato il


Si intitola "Livin' Again" ed è il brano che segna il ritorno di Osvaldo Supino. Prodotto dal duo americano Ray & Renny (Akon, Leona Lewis, Ying Yang Twins) il singolo ha già raggiunto i vertici della classifica dance di iTunes, ponendosi come un'irrefrenabile e ipnotica uptempo, caratterizzata da superbe influenze dance internazionali, risultato coerente di una stretta collaborazione con autori come Luke Mitchell (a capo della produzione del brano) e che sicuramente rappresenta un'evoluzione artistica di uno degli artisti che più si differenzia dal panorama musicale tipico italiano.
«A volte è una necessità andare oltre se stessi, ricominciare, e imporsi una trasformazione -spiega Osvaldo- Per me ogni brano rappresenta la possibilità di reinventarmi, e di "vivere nuovamente" appunto. Volevo tornare con un brano che parlasse di speranza e positività e quando ho ascoltato per la prima volta "Livin' again" ho capito subito che era proprio ciò che stavo cercando».
Il singolo anticipa l'uscita del nuovo album di Osvaldo Supino (previsto per ottobre) e giunte in concomitanza con tour dell'artista iniziato lo scorso 1° giugno da Ferrara al "Comacchio Summer Fest".

Clicca qui per ascoltare il brano.


Il nuovo video di Annalisa Scarrone, in anteprima per gli utenti Line

Pubblicato il


Ad un anno di distanza dall'uscita di "A modo mio amo", Annalisa Scarrone torna sulla scena con il nuovo singolo "Sento solo il presente" scritto da Kekko dei Modà.
Per la realizzazione del video la Warner Music Italy ha stretto un accordo con Line (un'applicazione di messaggistica istantaneo per telefoni cellulari) e non è un caso se nel video l'artista interagirà proprio con quell'applicazione, mostrando alche alcune immagini inviatele dai suoi fan. A tutti gli iscritti al servizio, infatti, è stata data la possibilità di inviare del materiale multimediale all'account della cantante e fra i 15mila contributi ricevuti la produzione ne ha selezionati 49 da mostrare all'interno delle riprese.
L'uscita ufficiale del videoclip è programmata per il 16 maggio, ma gli utenti di Line potranno vederlo in anteprima già da ora semplicemente visitando il profilo della cantante.


Paolo Tuci: esce il video ufficiale di "A90"

Pubblicato il


Dopo i teaser e le anteprime, arriva su YouTube il video integrale del nuovo singolo di Paolo Tuci e Immanuel Casto, dal titolo "A90". Giunto nella Top 10 dei digital store già nei primi giorni dopo la sua uscita, il brano saprà stupire anche grazie ad video a 16 bit che non mancherà di suscitare un po' di nostalgia in chiunque abbia vissuto gli anni '90 (a cui sono dedicati tutti i brani che andranno a popolare la compilation).
Mentre i due cantati si aggireranno per un mondo virtuale alla Mario Bross, sono molte le immagini che rievocheranno dei ricordi negli over 30: dalle ragazze di Non è la Rai al Calippo e dal Crystal Ball al Game Boy.... il tutto con un un ritornello orecchiabile che pare avere tutte le carte in regola per diventare il tormentone dell'estate 2014.

Immagini: [1] [2] - Video: [1]


Al via l'Eurovision 2014

Pubblicato il


Sarà Emma Marrone a rappresentare l'Italia all'Eurovision Song Contest 2014, la popolare manifestazione canora che si terrà a Copenaghen il 6, 8 e 10 maggio. Per la prima volta la Rai trasmetterà in diretta anche le due semifinali di martedì 6 maggio e giovedì 8 maggio (che andranno in onda su Rai4) mentre la finale di sabato 10 maggio verrà trasmessa su Rai2.
L'Eurovision Song Contest è una manifestazione musicale nata nel 1956 e rappresenta uno dei programmi televisivi più longevi del mondo nonché uno degli eventi non sportivi dei più seguiti a livello planetario (attualmente viene regolarmente trasmesso anche in Argentina, Australia, Brasile, Canada, Cina, Colombia, Egitto, India, Giappone, Giordania, Messico, Nuova Zelanda, Filippine, Corea del Sud, Taiwan, Thailandia, Stati Uniti, Uruguay e Venezuela).
L'Italia è parte dei cosiddetti "Big 5" ed Emma (che porterà il brano inedito intitolato "La mia città") accederà di diritto direttamente alla finalissima del 10 maggio.
Intanto la città di Copenaghen ha invitato tutte le copie gay a sposarsi durante l'Eurovision 2014 per contribuire alla lotta per la libertà e la parità. Va ricordato, infatti, che la Danimarca fu il primo Paese al mondo ad aver legalizzato, nel lontano 1989, i matrimoni fra persone dello stesso sesso (e quest'anno si celebra per l'appunto il venticinquesimo anniversario di quella data).


In attesa dell’uscita di A90, incontriamo Paolo Tuci

Pubblicato il


Paolo Tuci, classe 1983, è un producer musicale, un songwriter, un cantante e uno showman. Tra i più celebri personaggio dell'intrattenimento notturno italiano, nel 2008 ha esordito come live performer nel mondo del clubbing. Gli anni successivi lo hanno visto come testimonial di vari marchi e come creatore di brani musicali come "Sun Has Come Again", "Ego" e "Music Saved My Life". In questi giorni sta lanciano il suo nuovo album dal titolo "A90"

Cantante, presentatore, animatore, performer... sei un personaggio decisamente poliedrico. Ma se dovessi scegliere una sola attività, per quale opteresti?
Senza dubbio cantare. L'adrenalina che sprigiona un live non ha eguali. La voglia di improvvisare, melodizzare sui propri brani, e quel rischio di sbagliare sono elementi che tengono vivo un artista; e non li baratterei con nessun altra attività di palcoscenico. E sto parlando di LIVE: quelli veri, non di quei "playbackkoni" noiosi che chiunque potrebbe fare. Altrimenti dov'è la vera scala di merito per valutare il bravo artista?

Il tuo nuovo album è interamente dedicato ai successi dance degli anni '90. Quali sono stati i pregi e i difetti della musica di quegli anni?
Negli anni 90 vigeva una rigida selezione delle produzioni musicali: non esistevano gli home studios, le incisioni erano costose ed elitarie, così come la stampa di supporti CD che aveva costi altissimi rispetto ad ora. Quando l'etichetta discografica lanciava un singolo vendeva minimo 5000 copie grazie all'assenza di pirateria. C'era l'emozione di acquistare un album fisico per toccare con mano il booklet ed assaporarne i contenuti. I cantanti erano cantanti veri: se durante le registrazioni non eseguivi correttamente il brano, dovevi registrare tutto dall'inizio.


Leggi tutto il post »

Paolo Tuci lancia "A90" ed assicura: «Sarà uno dei tormentoni dell'estate»

Pubblicato il


Dopo aver presentato le sue rivisitazioni di "Barbie Girl" e "Boys", Paolo Tuci ha continuato a rimettere mano ai grandi successi dance degli anni '90 per dar vita al suo album intitolato "A90". L'opera (già disponibile per la prevendita) conterrà sedici tracce: "A 90" (ft. Immanuel Casto), "Sun Has Come Again" (ft. Neja), "Boys" (ft. Pro), "Baby Baby", "Summer is Crazy" (ft. Lafaux), "Be My Lover", "Dreams (will come alive)", "Short Dick Man", "Lick it", "Barbie Girl" (Nowak Radio Edit), "I want it that way", "Ego", "Restless", "Say you'll be there" e "Final Countdown".
L'artista si dice certo che «A90 diverrà sicuramente, grazie al suo ritornello explicit, uno dei tormentoni estivi dei club lgbt». Ed è proprio per dare un assaggio del suo lavoro che in questi giorni è stata resa pubblica un'anteprima della traccia che dà il nome all'album, realizzata insieme al re del porn groove Immanuel Casto.

Clicca qui per guardare la preview di "A90".


"Ai margini" di Giuseppe Cucè si classifica tra i 200 brani più trasmessi dalle radio italiane

Pubblicato il


Lanciato in radio lo scorso 10 marzo, "Ai margini" di Giuseppe Cucè risulta attualmente tra i 200 brani più trasmessi dalle emittenti italiane.
Il brano affronta apertamente il tema dell'omofobia e vuole essere un invito a vivere mettendo a nudo la propria interiorità, sottolineando come il relegarsi ai margini non solo sia una negazione del proprio essere, ma soprattutto sia l'accettare una schiavitù. Non si manca di sottolineare anche come l'esporsi sia una scelta difficile, un atto che spesso conduce a doversi destreggiare fra le umiliazioni che rendono schiavi e la consapevolezza di come quella scelta possa rendere molto più liberi. Da qui la speranza del cantautore siciliano per un futuro fatto di coraggio e non di rassegnazione.
Nel video, diretto dal regista Nanni Musiqo, si è deciso di mostrare le vere ferite che l'omofobia lascia sul corpo: tante parole offensive e degradanti che molte persone si trovano a subire quotidianamente. L'autore sottolinea anche come tutti quegli insulti siano rivolti solo agli omosessuali maschi, dato che dalle loro ricerche non è emersa alcuna offesa specificatamente riservata alle lesbiche.

Clicca qui per guardare il video.


I Pet Shop Boys omaggiano Panti Bliss

Pubblicato il


Ci siamo già occupati del monologo sull'omofobia di Panti Bliss, la drag queen irlandese che è stata denunciata da alcuni giornalisti cattolici che aveva definito «omofobi» durante una puntata del Saturday Night Show.
Se l'emittente preferì chiudere la questione versando forti somme ai due giornalisti, Panti Bliss optò per una garbata risposta affidata ad un monologo pronunciato sul palco dell'Abbey Theatre di Dublino, dal quale la drag queen ha raccontato come ci si senta a subire l'omofobia e quanto sia assurdo che a deciderne il significato sia chi non l'ha mai provata sulla propria pelle.
Il suo discorso deve aver convinto anche i Pet Shop Boys, che su Internet hanno lanciato un brano -dal titolo "The Best Possible Gay"- in cui hanno messo in musica quelle parole.

Clicca qui per ascoltare il brano dei Pet Shop Boys.


I ragazzi-oggetto di Jennifer Lopez

Pubblicato il


Si intitola "I Luh Ya Papi" ed è il nuovo singolo di Jennifer Lopez estratto dal suo prossimo album. Ad una settimana di distanza dalla diffusione dell'audio, arrivano ora anche le immagini del videoclip.
A non passare certo inosservato è come la cantante 44enne abbia scelto di mostrarsi circondata da una moltitudine di aitanti ragazzi-oggetto, tutti rigorosamente caratterizzati da fisici scolpiti e da atteggiamenti facili. La loro presenza viene chiaramente spiegata nell'introduzione del video, durante la quale J-LO simula una discussione con due amiche riguardo alla classica situazione che vede degli uomini circondati da ragazze-oggetto in numerosi videoclip musicali. Ed è così che una di loro esordisce con un: «Perché gli uomini rendono le donne oggetto in ogni singolo video? Perché non possiamo per una volta essere noi a rendere gli uomini oggetto?». Ed ecco a risposta...

[1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] [14] [15] [16] [17] [18] [19] [20] [21] [22] [23] [24] [25] [26] [27] [28] [29] [30] [31] [32] [33] [34] [35] - Video: [1]


"Barbie girl" rivive in chiave soul con Paolo Tuci

Pubblicato il


Recentemente ha fatto parlare si sé portando in scena il burlesque maschile con esibizioni canore dal vivo, ed è proprio nelle vesti di cantante che qualche mese fa diede vita ad una rivisitazione al maschile di "Boys", il brano di Sabrina Salerno che divenne un vero e proprio tormentone alla fine degli anni ottanta.
Evidentemente intenzionato a rilanciare, è attraverso un nuovo video musicale che lo showman ha pensato bene di rivisitare in chiave soal un'altro successo del passato. Questa volta la scelta è caduta su "Barbie girl" degli Aqua, pubblicato il 14 maggio 1997 e ben presto divenuto un successo a livello internazionale (non senza qualche curioso aneddoto, come la causa intentata dalla Mattel per il riferimento alle sue bambole ritenuto diffamatorio, ma poi conclusasi con un nulla di fatto dato che la legge statunitense tutela le parodie).
Il brano di Tuci entrerà a far parte si un futuro album intitolato "A 90", interamente dedicato alle cover di quegli anni.

Clicca qui per guardare il video.


Davide Papasidero (X-Factor 5) ha fatto coming out

Pubblicato il


Davide Papasidero è noto al grande pubblico per aver partecipato alla quinta edizione di X-Factor e per aver vinto il Festival di Castrocaro 2013 con il brano "Non voltarti più".
Nel suo nuovo pezzo musicale, dal titolo "Adesso oppure mai", il cantante ha voluto fare coming out attraverso un testo che racconta la sua tormentata relazione con un altro uomo.
«È stata una storia importante della mia vita -ha raccontato a TgCom- contrassegnata da una grande passione amorosa che purtroppo non è andata a buon fine, come speravo [...] L'uomo con cui stavo mi illudeva con promesse e tante parole. La relazione non si evolveva fino a quando non ho scoperto che aveva una relazione... con una donna. È un personaggio conosciuto del mondo dello spettacolo e non avrei mai potuto vivere alla luce del sole questo sentimento. Per questo alla fine ho scelto me stesso. Voglio per me l'amore e tutto il meglio, in questo caso sarebbe stato impossibile».
Papasidero ha raccontato anche di essere stato vittima di bullismo e di come il tema di "Non voltarti più" volesse essere «un pezzo universale per tutte quelle persone che vengono attaccate per l'orientamento sessuale ma anche per qualche difetto fisico. Insomma sono contro il bullismo di qualsiasi tipo e i pregiudizi».


Goodbye, il nuovo videoclip di Osvaldo Supino

Pubblicato il


È uscito "Goodbye", il nuovo videoclip di Osvaldo Supino estratto dall'album "Exposed". Il brano, scritto in collaborazione con Sergio Vinci, è una ballad delicata, intima ed emozionante, un diario aperto sulle sensazioni e le parole non dette alla fine di una relazione.
«È stato il primo brano che ho iniziato a scrivere durante la lavorazione di questo album e l'ultimo che sono riuscito a completare -racconta Supino- ma la musica stessa a cui ti affidi per raccontarti chiede in cambio tutta la verità ed io non ho mai sentito necessità di raccontarmi tanto come in questo caso».
Il video, girato da Marco Gradara tra Rimini e Cervia, racconta così la vera storia di una relazione vissuta dal cantante e raccontata attraverso i suoi occhi e sue le sensazioni.

Clicca qui per guardare il video.


Perdido Sin Èl, il nuovo singolo di Oscar Wilder

Pubblicato il


Dopo averlo visto esibirsi come ballerino, modello e conduttore televisivo (per non parlare del gossip suscitato dai suoi tweet), rincontriamo Valerio Pino nelle inediti vesti di produttore e regista di nuovo videoclip musicale. Si trattata del nuovo lavoro di Oscar Wilder, il cantante colombiano noto alle cronache rosa come il suo ex. Con lui Valerio Pino aveva già collaborato in occasione dell'uscita del primo singolo (dal titolo "Vuelve") come co-protagonista del videoclip dedicato proprio alla fine della loro storia d'amore.
In "Perdido Sin Èl" (Perso senza di lui), Oscar Wilder torna nuovamente a raccontare l'amore perduto per un uomo e la storia di due studentesse lesbiche follemente innamorate, il tutto cogliendo l'occasione anche per sottolineare come l'amore universale non conosca barriere non conceda spazio all'ignoranza e all'intolleranza.
Attualmente i brani di Wilder sono distribuiti in tutta l'area dei Paesi latini (come Colombia , Argentina, Cile, Messico, Ecuador e Brasile) con la speranza di poter presto raggiungere il mercato europeo e nazioni come l'Italia, la Francia, la Germania, l'Inghilterra e la Spagna.

Clicca qui per guardare il videoclip di "Perdido Sin Èl".


Il video di Cher con i modelli di Andrew Christian

Pubblicato il


«Alcuni amici mi hanno fatto un regalo per "Take It Like A Man", guarda te qui». È con queste parole che Cher ha lanciato dal suo profilo Facebook quello che pare destinato a diventare il video semi-ufficiale del suo settimo remix di "Take It Like A Man". A non passare inosservato, però, è come tutte le immagini proposte siano tratte dai video di Andrew Christan, noti per le loro forti connotazioni omoerotiche (spesso anche esplicite).
La cantante statunitense, icona gay e fortemente impegnata per i diritti lgbt, torna così nuovamente a provocare attraverso la proposizione al grande pubblico di immagini pensate per il mondo gay.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] [14] [15] [16] [17] [18] - Video: [1]