Visualizzazione post con etichetta reality. Mostra tutti i post

Marco Maddaloni, il judoka di Pechino Express

Pubblicato il


Per quanti non fossero ancora riusciti a farsi una ragione per l'eliminazione di Alessio Sakara e Stefano Venturini (la coppia degli "amici") dalla seconda edizione di "Pechino Express", una nuova ventata di testosterone pare arrivare dalla new entry Marco Maddaloni. Il judoka napoletano, infatti, è entrato a far parte del reality al fianco del pallanuotista Massimiliano Rosolino dopo il ritiro forzato di Alessandra Sensini (costretta a far ritorno in Italia a causa di una ferita ad una gamba). Ed è così che la coppia degli "olimpionici" è stata ribattezzata quella degli "sportivi", conquistando la vittoria della quinta puntata già al loro esordio sul piccolo schermo.
Nella vita si può dire che Marco, 28 anni, sia cresciuto a pane e judo: suo padre gestisce una palestra, suo fratello si è aggiudicato la medaglia d'oro alle Olimpiadi di Sydney del 2000 ed anche la sorella vanta numerosi premi conquistati con l'arte marziale. Ma al di là delle sue capacità sportive, di certo non passa inosservata anche la sua prestanza fisica (ampliamene documentato nella consueta galleria fotografica di fine post).

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12]


Vite in apnea

Pubblicato il


Si chiama "Vite in Apnea" ed è un reality show trasmesso da La5 che si ripropone di seguire le vite, gli amori e le gesta sportive degli atleti juniores del Rari Nantes Savona (e, più in particolare, della squadra di pallanuoto maschile Savona Under 20 e delle ragazze di nuoto sincronizzato).
Il tutto attraverso un format che ricorda molto da vicino i calciatori e le ginnaste di MTV, con voci fuori campo, riprese a braccio e telecamere onnipresenti nella vita dei protagonisti. Ma a non passare inosservato è anche lo sport scelto che, inevitabilmente, non può che proporre carne frasca, molti muscoli e ben pochi indumenti (se non un costume a slip spesso attillato).
I ragazzi, tutti tra i 15 e i 20 anni, sono guidati dal coach Andrea Pisani e hanno uno scopo ben preciso: la qualifica per i Mondiali 2013 e le qualifiche alle Olimpiadi di Rio del 2016.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] [14] [15] [16] [17] [18] [19] [20] [21] [22] [23] [24] [25] [26] [27] [28]


Built

Pubblicato il


In televisione spopolano le trasmissione di ristrutturazione delle case. Personaggi che vanno in un qualche appartamento, devastano tutto e poi lo ricostruiscono con una serie di ammodernamenti.
Dal 28 gennaio scorso, però, la statunitense Style ha lanciato "Built", un reality simile agli altri ma con un'importante variante: tutti i suoi protagonisti sono modelli che hanno alle spalle esperienze da muratori. I lavori saranno svolti nell'area di Manhattan (dove il gruppo ha la sua sede) e la prima stagione prevede un totale di dieci episodi. Ma ora vediamo nel dettaglio i suoi protagonisti:

Sandy Dias è stato scoperto da un talent scout mentre lavorava all'aeroporto di LaGuardia e si è ritrovato così a lavorare come modello per Hugo Boss, Mercedes-Benz, Ethan Allen, Tommy Hilfiger e Bloomingdales. È il leader del gruppo ed ha esperienza come posatore di porte, piastrelle e sanitari.

Shane Duffy è il proprietario dell'impresa edile ed è lui che ha coinvolto tutti i colleghi. Ora ha uffici a New York, Los Angeles e Miami, mentre in passato è stato nella Guardia nazionale ed ha lavorato come modello per Gnc, Johnny Walker, Banana Republic, Asics, Marlboro e Under Armour.

Donny Ware è il burlone della compagnia e tende a non prendere le cose troppo sul serio. Prima di diventare modello ha lavorato in una fabbrica di vetro nel sud della Florida, mentre un incidente d'auto di cinquenne anni fa gli aveva lasciato delle bruciature parziali in volto, ora ricoperte chirurgicamente. Tra i suoi lavori figurano i servizi fotografici realizzati per Abercrombie & Fitch, Lacoste, Michael Kors, Bottega Veneta e Ted Baker.

Mike Keute risulta un ottimo carpentiere. Spesso definito come "il cervello" e "il braccio" del gruppo, è un personal trainer e un modello di biancheria intima. Ha posato per Calvin Klein, Giorgio Armani, Brunello Cucinelli, Saks Fifth Avenue, GQ e Men's Health. Nel frattempo sta portando avanti anche i suoi studi in legge presso la Fordham Law School.

Gage Cass è l'artista del gruppo. Ha esperienza come designer di feste creative e di eventi privati. nel ruolo di modello ha posato per Jose Cuervo, Coca-Cola Zero, Gilded Age, 2(x)ist e Microsoft. È anche il co-fondatore e presidente della Mythic Bridge, un'organizzazione no-profit che insegna cinema narrativo e di narrazione ai bambini svantaggiati.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] [14] [15] [16] [17] [18] [19] [20] [21] [22] [23] [24] [25] [26] [27] [28] [29] - Video: [1] [2]


Baci gay nel reality show di MTV Britain

Pubblicato il


Si intitola "The Valleys" ed è un reality show realizzato in Inghilterra da MTV e basato sull'idea di seguire le storie di nove ragazzi trapiantati nella realtà di una grande città. Giunta alla sua seconda stagione, la trasmissione ha visto anche l'introduzione di un concorrente gay: si tratta di Liam Powell, un giocatore di rugby 26enne che lavora anche come modello e dj. In varie interviste racconta di volersi battere contro lo stereotipo tipico dei gay e di sperare che la sua presenza possa incentivare alcuni spettatori a fare coming out.
Visto che non siamo in Italia (dove di stereotipi ce ne intendiamo bene) è curioso notare come la sua presenza nella casa abbia scatenato goliardia e comportamenti equivoci negli altri concorrenti. L'esempio più eloquente è quello di Jason che, nonostante si dichiari eterosessuale, non si è fatto particolari problemi a fargli una sorta di lap dance ravvicinata o a baciarlo appassionatamente dopo aver fatto finta di voler scatenare una lite.
Anzi, a voler guardare bene quel bacio non dev'essergli spiaciuto poi molto visto che, da lì a poco, si è ritrovato a scherzare in discoteca a giocare con la lingua di Chidgey (un altro concorrente eterosessuale del reality).
Insomma, in un clima del tutto paradossale per chi è abituato alla televisione nostrana, ci si ritrova di fronte ad un gruppo di ragazzi dichiaratamente eterosessuali che non si fanno problemi a baciarsi e a toccarsi davanti alle telecamere...

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8]


Nando Colelli: dal Grande Fratello ai film porno

Pubblicato il


Pare quasi che la pornografia stia diventando uno tra gli sbocchi professionali più gettonati dai concorrenti dei reality show. Dopo Fernando Vitale (Uomini e donne), Sara Tommasi (Isola dei famosi), Davide Di Porto (Isola dei famosi) e Luca Tassinari (La pupa e il secchione), questa volta ad aver scelto la via del cinema a luci rosse è l'ex gieffino Nando Colelli.
Concorrente dell'undicesima edizione del "Grande Fratello", non esitava a dire che: «Ormai so' un vip!» (così come mostrato in un'intervista realizzata da "Le Iene", nel corso quale si era anche lanciato in alcune affermazioni omofobe). Un vip che ora ritroveremo in azione in un film dal titolo "La bella e il porcone".
La sua decisione, però, pareva annunciata: proprio pochi mesi fa si era fatto seguire da una troupe de "Le Iene" durante un provino osé di fronte al regista Riccardo Schicchi. Una performace che, nonostante la sua tanto ostentata sicurezza, si concluse con una sua sfuriata rivolta alle telecamere dopo aver fatto cilecca a causa dell'alto numero di persone che gli ronzavano attorno.

Immagini: [1]


Ecco i calciatori di MTV

Pubblicato il


Con una lunga maratona pomeridiana, ieri ha avuto inizio "Calciatori, Giovani Speranze", il nuovo docu-reality di MTV dedicato al mondo del calcio.
Della serie (che segue vita ed allenamenti degli Allievi della Fiorentina) ci eravamo già occupati qualche giorno fa, in occasione del rilascio di un video promozionale girato negli spogliatoi della squadra e contenente anche alcune scene di nudo. Ora quel video è reso inaccessibile sul sito di MTV con un generico messaggio che parla di "contenuto scaduto", ma le immagini erano state più che sufficienti a gettare il dubbio che si potesse voler giocare anche sulla carica erotica che i giocatori di calcio solitamente esercitano nell'immaginario comune.
Un'ipotesi che appariva come un vero e proprio campo minato, non tanto per bigottismo, quanto per la giovane dei telespettatori di quella fascia oraria, sia per quella dei suoi protagonisti (a cavallo tra i 17 e i 18 anni e, quindi, non ancora tutti maggiorenni). Anche se MTV è nota per non farsi troppi problemi ad andare sopra le righe (qui un esempio dei promo trasmessi durante la maratona) in questo caso pare non abbia voluto correre rischi, perlomeno a giudicare dalle prima immagini andate in onda. Resta comunque ancora da sciogliere il dubbio su ciò che verrà trasmesso nella puntata speciale del venerdì (l'unica della settimana mandata in onda in seconda serata).
Per i più maliziosi, effettivamente qualche immagine più sexy delle altre c'è stata (alcune le trovate nella gallery di fine post), ma viene da chiedersi se semplicemente non siano stati anni di Grande Fratello ad inculcato nelle nuove generazioni l'idea che in un reality sia normale stare in mutande o a torso nudo davanti ad una telecamera. Un discorso diverso vale per le scene inseriti nei titoli di coda dell'ultimo episodio, nelle quali un giocatore viene ripreso (con tanto di primo piano della parte interessata) mentre dorme con una mano infilata nelle mutande: in questo caso si può forse parlare di goliardia, anche se forse lui non sarà stato così felice di essere stato mostrato così ai telespettatori di mezza Italia.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] [14]
Protagonisti: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9]


Dakota Cochrane, concorrente di The Ultimate Fighter ed ex performer gay

Pubblicato il


"The Ultimate Fighter" è un reality show televisivo americano che segue nei loro allenamenti una serie di artisti marziali professionisti che vengono fatti vivere insieme a Las Vegas, in Nevada. I concorrenti sono in competizione fra loro e al vincitore viene fornito un contratto con l'UFC.
Tra gli atleti in gara nell'edizione in corso c'è anche Dakota Cochrane, un venticinquenne nato il 1° maggio 1986 a Fairbury (Nebraska, Stati Uniti) e il cui debutto professionistico risale al 2009. Sino ad oggi ha conquistato undici vittorie e due sole sconfitte.
A far parlare di lui, però, non sono solo i meriti sportivi. In passato, infatti, Dakota ha lavorato sotto lo pseudonimo di Danny in sedici video pornografici gay realizzati dalla casa di produzione SeanCody. Nel suo caso, però, la scoperta della sua precedente attività non è legata a voci di corridoio, ma è stata da lui stessa dichiarata nel video di audizione del reality.
Al tempo stesso, però, afferma di essersi rammaricato di quella scelta: «In fondo in fondo non l'avrei fatto, ma avevo problemi di soldi e necessità di guadagno. Sono andato inizialmente a fare solo delle foto e poi sono andato avanti».

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7]


"Made in Love" inizia il 12 gennaio

Pubblicato il


Ne avevamo già parlato qualche tempo fa, ma ora il programma è sempre più vicino al suo esordio televisivo. Si tratta di "Made in Love", un reality show da molti definito come la versione gay di "Uomini e donne", che andrà in onda a partire dal prossimo 12 gennaio alle ore 23.00 su Napoli Tv (visibile in Campania, Lazio e Molise) e sul sito www.madeinlove.tv.
I dieci appuntamenti previsti saranno condotti da Lina Carcuro (ex-concorrente dell'ottava edizione del Grande Fratello) e coinvolgeranno ragazzi gay single in età compresa tra i 18 ed i 40 anni.
Il format prevede la presenza di due protagonisti e di una serie di "cacciatori" che cercheranno di conquistarli. I cacciatori saranno contraddistinti da caratteristiche psicofisiche specifiche (ci sarà il romantico, l'intellettuale e così via) e la loro compatibilità con i protagonisti verrà messa alla prova da appositi test studiati da uno psicologo.
La conoscenza fra le coppie verrà approfondita anche in due "appuntamenti" settimanali per ciascun protagonista: uno scelto da lui e l'altro stabilito dalla giuria.


Un pornoattore gay ad X-Factor Australia

Pubblicato il


Nell'era di Internet è sempre più difficile lasciarsi alle spalle il proprio passato. Ed è così che quando Antonio Sneddon è salito sul palco dell'edizione australiana di X-Factor, qualcuno deve essersi ricordato di averlo già visto da qualche altra parte e di aver apprezzato altre sue doti non certo canore. Nel passato di Antonio, infatti, figurano diverse partecipazioni in film gay per adulti sotto lo pseudonimo di Leo Rocca.
Attivo sui set a luci rosse fra il 2005 e il 2009, ha lavorato per case di produzione come la Lucas Entertainment, la Raging Stallion e la Colt Studios (nella sua filmografia figurano titoli come "Alpha: Centurion muscle 2", "Barcelona nights", "Hairy boyz 13", "Minute man 23", "Spain: Collin O'Neal's world of men" e "Wide Strokes").
La sua performance durante le selezioni del programma ha suscitato ilarità nel pubblico e sconforto fra i giudici (che non l'hanno ammesso al reality): se è facile ipotizzare che la sua voce non avrà lasciato un'impronta indelebile nella memoria del pubblico, la facilità con cui è stato individuato pare sottolineare come siano ben altre le doti ad aver lasciato il segno.

Immagini: [1] [2] [3] [4] - Video: [1]


Uomini e donne in versione gay‎

Pubblicato il


Qualche tempo fa, fecero molto clamore le voci di un possibile inserimento di un trono gay nella trasmissione televisiva "Uomini e donne". Le voci si rivelarono poi del tutto infondate ed è probabile che qualcuno possa anche esserci rimasto un po' male.
A porvi rimedio è arrivata TeleNapoli, un'emittente locale campana, che inizierà a trasmettere un format ispirato a quello della De Filippi dal titolo "Made in love", ma con la differenza che si cercherà di trovare l'anima gemella a dei concorrenti gay.
I requisiti per la selezione dei partecipanti prevedevano un'età fra i 18 e i 38 anni, l'attrazione verso persone dello stesso sesso e lo status di single. I provini inizieranno proprio fra pochi giorni, per l'esattezza l'11 novembre.
La conduzione verrà affidata a Lina Carcuro, noto al grande pubblico per essere stata una concorrente dell'ottava edizione del Grande Fratello e per aver fatto parlare di sé dopo che l'ordine dei medici l'aveva sospesa per un presunto comportamento indecoroso in seguito alla sua nottata "infuocata" insieme a Roberto Mercandalli all'interno della casa.

Video: [1]


Cristian Galella

Pubblicato il


Cristian Galella (il cui vero cognome è Gallella) nasce il 7 ottobre 1983. Cresce a Vigevano (PV) dove tutt'ora vive con i genitori di origine calabrese.
Finiti gli studi inizia a lavorare come manovale, cameriere, aiuto bagnino ed assicuratore.
Desideroso di entrare a far parte del mondo dello spettacolo, Cristian si presenta agli studi Mediaset di Cologno Monzese per proporsi come conduttore di una televendita di attrezzi ginnici, ma il tutto si concluse con il classico «Le faremo sapere». Passano pochi mesi e Cristian si propone alla trasmissione "Uomini e Donne" e viene scelto come tronista nell'edizione 2008/2009. Qui corteggia Paola Frizziero ma l'esperienza si conclude con il suo ritiro perché si dice incapace di compiere una scelta. Due anni più tardi, però, torna nuovamente a sedere sul trono di "Uomini e Donne" nell'edizione di quest'anno.
Nel frattempo sta anche lavorando come modello a Milano e gioca a calcio nel ruolo di centravanti in una squadra di terza categoria.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7]


Concorrenti del GF 12: Mario Ermito

Pubblicato il


Mario Ermito ha varcato la soglia della casa del Grande Fratello a Cinecittà pochi minuti fa. Ventenne, originario di Brindisi ma residente a Milano, è di professione modello.
Alto 186 cm, con 105 cm di petto e 98 cm di vita, ha gli occhi chiari (che nelle immagini cambiano curiosamente spesso colore fra azzurro e verde).
Nella sua carriera figurano alcune sfilate e pubblicità di successo commissionate anche da grandi marche. La sua passione è il mare ed è molto attaccato alla sua famiglia.
Alcuni ipotizzano che possa essere lui il modello gay che, stando al mondo del gossip, dovrebbe varcare la soglia della casa quest'anno. Tesi, quest'ultima, che potrebbe anche troverebbe conferma dal fatto che Luca di Tolla -altro personaggio papabile per quel ruolo- si è implicitamente dichiarato eterosessuale nel suo video di presentazione. Naturalmente, dati gli scarsi indizi, è impossibile sapere alcunché alcunché sulle preferenze dei protagonisti, quasi come se la produzione abbia preferito evitare che quello che doveva essere un gay dichiarato si dichiarasse. La speranza è che non si generi una "caccia al gay" come quello dello scorso anno, probabilmente piacevole per la trasmissione a livello di audience ma un po' meno per il continuo susseguirsi di situazioni in cui i concorrenti si sentivano in obbligo di dimostrare la propria virilità anche con affermazioni poco piacevoli verso il mondo lgbt.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] - Video: [1]


GF 12: Luca di Tolla entra nella casa

Pubblicato il


Alcune indiscrezioni lo avevano preannunciato come possibile concorrente e così è stato.
Trentaquattrenne di Eboli (Salerno), è stato presentato dalla Marcuzzi come biologo marino, senza riferimenti alla sua carriera da modello e alle sue numerosi apparizioni televisive (come quella a "I Soliti Ignoti" dove i concorrenti dovevano indovinare che fosse uno studioso dello squalo bianco).
Nessun riferimento anche al fatto che -stando alle indiscrezioni- doveva essere lui il concorrente gay. Anzi, all'interno del video di presentazione si è in smoking a lato di due ragazze in bikini ed ha esordito con un: «Queste sono le mie prede preferite e, vi assicuro, bisogna saperci fare».
Che non sia lui il gay delle anticipazioni? Di certo dopo la lettura della sua poesia dal titolo "Ode allo squalo", letta in studio fra le facce un po' schifate degli spettatori, per alcuni avrà già perso parte del suo fascino.

Video: [1]


Concorrenti del GF 12: Rudolf

Pubblicato il


Presentato come "regalo" ad Alfonso Signorini, è appena entrato nella casa del Grande Fratello, Rudolf Mernone. Ventitreenne romano, è rugbista di professione. Uno sport che lo ha portato a giocare due mondiali con le giovanili e che sicuramente ha contribuito a forgiare il suo fisico (è alto 1 metro e 86 cm per 97 chili di peso). Tant'è che anche nel video di presentazione non si è mancato di metterlo ben in risalto, con alcune inquadrature al rallentatore che lo hanno immortalato mentre usciva dal mare in costume da bagno o mentre si faceva la doccia negli spogliatoi del campo (con il costume, non pensate male!).
Per il dispiacere di Signorini (e di tutti noi) Rudolf si è definito un po' sciupafemmine, duro sul campo ma tenero con le ragazze.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] - Video: [1]


Ballando con le stelle (e senza vestiti)

Pubblicato il


Immaginate di trovarvi comodamente seduti davanti al vostro televisore a guardare "Ballando con le stelle" e di vedere ad un certo punto il ballerino che si strappa di dosso gli slip rimanendo nudo sul palco. Pura fantasia? Forse in Italia ma non in Argentina.
Il contesto di cui stiamo parlando è quello del programma televisivo "Bailando por un Sueño" (per l'appunto la versione argentina del nostro "Ballando con le stelle"), dove la coppia formata da Cristian Falcon ed Erika Mitdank si è presentata sul palco vestita in un modo che già avrebbe potuto far presagire il finale: lui con l'intimo in pelle, lei con un abitino simile a quelli venduti nei sexy-shop. Una volta partita la base, fra un passo di danza e qualche gesto da ginnasta, i due hanno iniziato a strusciarsi e spogliarsi fino a rimanere in mutande. Poi il finale: un rapido gesto e i costumi si sono aperti lasciandoli nudi davanti al pubblico.
Non che si vedesse poi molto, è vero, ma di certo appare comunque un gesto abbastanza audace in una trasmissione generalista come quella.
Inoltre pare non sia neppure la prima volta: frugando sul web è possibile imbattersi in almeno un altro momento del programma in cui un altro concorrente si è cimentato in una sorta di balletto sexy, terminato anch'esso con un costume slacciato. Che gli argentini ci stiano prendendo gusto?

Immagini: [1] [2] [3] - Video: [1]


Tutti nudi al Grande Fratello inglese

Pubblicato il


In Gran Bretagna è iniziata lo scorso 9 settembre la dodicesima edizione del "Big Brother", la versione inglese del nostro "Grande Fratello". Sette uomini e sette donne (tutti tra i 18 e i 30 anni d'età) rimarranno chiusi in una casa per 64 giorni, spiati 24 ore al giorno dall'occhio indiscreto delle telecamere.
Una delle prime cose a saltare all'occhio è che la versione trasmessa dall'emittente britannica Channel 5 è sicuramente meno pudica di quella nostrana. Un esempio eloquente è la modalità con cui vengono trasmesse le immagini delle docce dei concorrenti (mostrate solo di recente anche in Italia): i nostri concorrenti erano soliti indossare dei costumi da bagno per coprirsi la part intime, mentre i loro pare non si facciano particolari problemi a farle completamente nudi nonostante la presenza di solo un vetro smerigliato che lascia comunque intravedere o immaginare qualcosa.
Ma a sommarsi è anche la vera e propria voglia dei concorrenti di mettersi in mostra anche da quel punto di vista, come nel caso del naked pool party (una festa in piscina completamente nudi) che hanno pensato di improvvisare e che le telecamere hanno puntualmente immortalato.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11]
Video: [1] [2]


Forse un trono gay a Uomini e Donne, ma...

Pubblicato il


Le voci che circolano in rete si stanno facendo sempre più insistenti. La trasmissione televisiva "Uomini e Donne" potrebbe presto proporre un trono gay. A smorzare l'entusiasmo per notizia, però, è il nome di chi si è autoproposto per occuparlo e che molti in rete danno come il più probabile: Marcol Berti.
L'ex gieffino è noto per la sua voglia di mettersi in mostra, per i suoi eccessi e per le sue crisi isteriche. In altre parole è uno stereotipo particolarmente caro alla televisione nostrana e che non si distacca dai gay tutti piume di struzzo di cui parlava qualche giorno fa anche Fabio Canino.
Con questo -ovviamente- non voglio dire che essere effeminati sia un male. Il problema è che la televisione tende a mostrare un'unica tipologia di gay e, guarda a caso, probabilmente quella che maggiormente si presta alla presa in giro e dare l'idea dell'omosessualità come qualcosa di buffo e di lontano dalla quotidianità. Tant'è vero che già ai tempi del "Grande Fratello" in molti presero le distanze dicendo di non sentirsi rappresentati, ancor più dopo che Maicol dichiarà di sentirsi una donna intrappolata in un copro di uomo (il che lo rende tecnicamente un transessuale all'inizio del proprio percorso e non un gay, che notoriamente non provano alcun desiderio di cambiare sesso). Ma come gay viene spacciato e quello è lo stereotipo che viene passato allo spettatore comune.
D'altra parte il ragionamento sarebbe lo stesso anche nel caso di uomini eterosessuali. Se, per assurdo, non si conoscessero persone etero e se la televisione mostrasse solo il Grande Fratello, l'idea di eterosessuale che passerebbe non sarebbe particolarmente gratificante perché ci si confronterebbe solo con una certa tipologia di persone. Solo dalla pluralità ci si può fare l'idea che esistono uomini più rudi, altri più sensibili, alcuni più intelligenti, altri più simpatici...
E allora perché non dev'essere possibile far passare il messaggio che anche nella comunità lgbt c'è varietà? Perché non si deve far sapere che c'è il gay più maschile, quello più tradizionale, il direttore di banca e anche quello più pittoresco?
Lo sforzo non sarebbe poi molto, ma fintanto che si continuerà a non aver problemi a mostrare Maicol in fascia pomeridiana ma si censureranno i baci più "normali" di Gossip Girl, allora è evidente che al pubblico verrà dato un unico messaggio, con buona pace per chi deve fare i conti con gli stereotipi nel sostenere la normalità dell'esser gay.


Uno strip maschile ad Autralia's got talent

Pubblicato il


Molti format televisivi sono comuni a più nazioni, ma non sempre lo sono anche per le esibizioni che propongono. È ad esempio il caso di "Autralia's got talent". Come nel nostro "Italia's got talent" vengono proposte le esibizioni di concorrenti che sottopongono il loro talento al giudizio di tre giudici: scenografia, inquadrature e persino la posizione dei conduttori è la medesima.
Quello che manca all'edizione nostrana, però, pare essere un'esibizione come quella (segnalata da Queerblog) di Dylan Yeandle, un ventiquattrenne ben fisicato che si è esibito in uno spogliarello mentre cantava "Sex Bomb" di Tom Jones.
Esibizione che per giunta è stata premiata con tre «sì» da parte dei giudici, forse per l'acclamazione popolare da parte del pubblico femminile (e non solo) in visibilio o forse per la sua inventiva nell'aver trovato un modo di compensare le sue doti vocali.
Potete gustarvi il momento nella gallery e nel video di fine post... e fate attenzione quando salite sul tetto per posizionare l'antenna in direzione dell'Australia!

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] - Video: [1]


Thyago Alves è il secondo classficato all'Isola dei famosi

Pubblicato il
Thyago Alves

L'ottava edizione dell'Isola dei Famosi si è conclusa qualche ora fa con la vittoria Giorgia Palmas, seguita a ruota dall'altro finalista: il modello brasiliano Thyago Alves. Una posizione di tutto riguardo che lo ha portato ad essere il più alto in classifica fra gli uomini e che ha scongiurato alcuni pronostici che gli davano un piazzamento più basso.
A suo favore ha giocato non solo la sua innegabile bellezza fisica (ve lo ricordate in slip o mentre si fa la doccia?), ma anche un carattere tranquillo, voglia di fare e poca propensione per discussioni "inutili" a beneficio della telecamera.
Ad attenderlo in studio e ad abbracciarlo per primo c'era il suo amico e modello Pedro Soltz (foto 1, foto 2), già noto al pubblico grazie alle sue frequenti presenze in studio . Quando Thyago ha detto a Simona Ventura che "forse" c'è un amore ad aspettarlo in Italia, a qualcuno sarà forse venuto in mente il pensiero che lui e Pedro sarebbero proprio una bella coppia. Va detto che Thyago si è dichiarato eterosessuale (e fino a prova contraria vale ciò che dice lui) e l'amico aspetta un figlio (dalla compagna, non certo dal naufrago) ma l'immaginazione non deve per forza tener conto dei fatti.
Parlando dei progetti per il futuro, Thyago dice che non gli dispiacerebbe ripetere l'esperienza de "Il compleanno" e di recitare in altri film. Va detto che quella prova di attore è di tutto di rispetto, anche se con un po' di superficialità viene quasi automatico citare la scena in cui fa sesso con un altro uomo (momento drammatico del film ma forse -soprattutto se estrapolata- anche di sogni ad occhi aperti per molti suoi fan).

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7]


Gedeon Burkhard nudo

Pubblicato il


Gedeon Burkhard è uno dei finalisti del programma televisivo "Ballando con le stelle". Nato a Monaco di Baviera (Germania) il 3 luglio 1969, è diventato noto al grande pubblico per aver interpretato Alex Brandtner nel telefilm "Il commissario Rex".
Gedeon, però, è attivo nel mondo del cinema fin dall'età di 10 anni e ha preso parte ad oltre una trentina di film. Fra quelli di maggior successo anche "Kleine Haie" (1992, per il quale ha ricevuto il Premio Bayerischer come migliore attore), "Donne senza trucco" (1993) e "La Piovra 7" (1994).
Un po' meno noto è un film del 1988 dal titolo "2 donne, 2 uomini, 4 problemi", ma è proprio qui che l'attore tedesco si mostra come mamma l'ha fatto. Nella scena in questione, Gedeon si sveglia di soprassalto dal letto e, credendo ci sia un incendio, inizia a cercare di mettere in salvo la famiglia ed i quadri: per colpa della fretta -e sotto gli occhi dei vigili del fuoco che lo guardano un po' storto- si accorge solo all'ultimo del fatto di essere completamente nudo.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5]