Matrimoni gay in Sudafrica



Il 1° novembre la Corte costituzionale sudafricana si è pronunciata a favore dei matrimoni omosessuali. Il governo avrà un anno di tempo per modificare l'attuale legge ritenuta incompatibile con la Costituzione e non valida nella misura in cui non permette alle coppie dello stesso sesso di beneficiare dello status, dei vantaggi e delle responsabilità concessi alle coppie eterosessuali.
Una legge del 1961, infatti, definisce il matrimonio come una unione volontaria fra un uomo e una donna a esclusione di chiunque altro. Una definizione che, stando a quanto dichiarato dalla Corte, è in pieno contrasto con il testo della costituzione adottata nel 1994, secondo la quale è proibita ogni forma di discriminazione sessuale.
Grazie a questa sentenza, il cui effetto dovrebbe essere immediato, il Sudafrica è diventato il quinto stato a permettere le unioni civili fra persone dello stesso sesso insieme ad Olanda, Belgio, Spagna e Canada.
Commenti