Live! Ascolti record al primo colpo



Qual è il limite di un reality? E' questa la domanda che ha ispirato il nuovo thriller di Bill Guttentag, "Live! Ascolti record al primo colpo".
Nel film viene ipotizzato un reality estremo, dove sei concorrenti si giocano un montepremi da cinque milioni di dollari alla rulette russa. Un tamburo, un solo proiettile e la possibilità di morire in diretta TV.
Il voluto da una dirigente del canale televisivo, Katy Courbet, che è ossessionata e pronta a tutto per far salire gli indici d'ascolto.
Costruito come un mockumentary, ossia un finto documentario in soggettiva sullo stile di RTV, il film ha una trama un po' carente, perlomeno secondo alcuni critici cinematografici, ma offre importanti spunti di riflessione anche in considerazione del fatto che nel mondo reale si sta osando sempre di più nella creazione di nuovi format per reality volti solo ad alzare l'indice di ascolto sulle disgrazie e sulle storie altrui.
Fra i protagonisti giunti in finale anche un gay, Pablo Rodriguez, un giovane portoricano povero e particolarmente legato alla madre.
1 commento