Coppia gay aggredita nel centro di Roma



All'indomani del corteo contro l'omofobia, la capitale è nuovamente protagonista di un altro spiacevole fatto di cronaca omofoba.
Nel pieno centro di Roma e in pieno giorno, sei giovanissimi avrebbero avvicinato una coppia gay che stava camminando mano nella mano in sella a tre motorini, mentre gridavano: «camerati!» e si scambiavano il saluto romano.
Uno dei due è riuscito a scappare, mentre l'altro sarebbe stato aggredito con ul colpo di casco in testa e sull'inguine.
L'accaduto è stato reso noto dall'Arcigay di Roma e il suo presidente, Fabrizio Marrazzo, ha voluto commentare l'accaduto dichiarando: «Abbiamo sentito le vittime a cui abbiamo espresso solidarietà. A colpirci è soprattutto l'età dei giovanissimi aggressori e il fatto che abbiano urlato slogan fascisti prima di scagliarsi contro la coppia. C'é un degrado morale di chi commette questi atti di omofobia: è indegno fare violenza verso una coppia che si ama e si tiene per mano».
Immediata e corale la condanna dell'accaduto da parte dei rappresentanti di tutte le istituzioni locali. Ad esempio il presidente della Provincia di Roma ha dichiarato che si tratta di «un atto legato al fanatismo di chi non capisce nulla della vita. A preoccupare, anche in questo caso, è quella che sembra essere la giovanissima età degli aggressori, che conferma quanto sia grande il bisogno di affermare valori positivi e di impegnarsi tutti, a cominciare dalle scuole e dai quartieri, per una grande battaglia culturale».
Commenti