Andrea Montovoli: «È pazzesco scandalizzarsi per l'omosessualità»



«È successo cinque anni fa, vivevo ancora a Bologna e un mio amico omosessuale mi ha chiesto se ero disposto a far finta di essere il suo uomo: lui era appena stato lasciato e voleva far ingelosire il suo ex. Lo rifarei anche oggi che, dopo aver fatto nel 2009 Ballando con le stelle, sono molto più conosciuto. Camminavamo abbracciati per strada, frequentavamo locali per gay, ho conosciuto un sacco di persone molto interessanti e divertenti. Certo, di ammiccamenti ne ho ricevuti parecchi: rispetto alle fan, gli uomini sono molto più disinvolti. È finita con l'ex del mio amico che lo ha visto con me, si è ingelosito, e si è rifatto vivo con lui. Insomma, si sono rimessi insieme. Se ho mai ricevuto avance da uomini? Sì, diverse. Ci sono quelli che mi lasciano i bigliettini sul tavolo e quelli più sfacciati che mi abbordano al bancone dei locali. Ma non mi dà certo fastidio, declino e basta. Trovo pazzesca la situazione di chi si scandalizza per l'omosessualità: pensiamo a quello che è successo a quel ragazzo che a Roma si è suicidato perché sospettato di essere gay».
È quanto dichiarato da Andrea Montovoli in un'intervista rilasciata a Vanity Fair. L'attore 27enne sarà presto sui teleschermi italiani nella fiction "Natale a Quattro Zampe" al fianco di Massimo Boldi.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8]
3 commenti