È morto Wilfried Knight



È arrivata una prima conferma ufficiale della morte di Wilfried Knight, avvenuta il 5 marzo scorso per presunto suicidio. Il disperato gesto pare motivato dalla prematura scomparsa di suo marito, Jerry Enriquez, toltosi la vita circa due settimane prima. A sostegno di questa tesi ci sarebbe anche il luogo scelto: lo stesso albergo di Vancouver in cui i due avevano soggiornato sette anni prima per sposarsi legalmente in Canada.
Jerry era un cittadino americano mentre Wilfried era francese. Incontratisi a Portland (Oregon, Stati Uniti) iniziarono entrambi a cercare lavoro a Vancouver. L'espatrio non fu una vera e propria scelta, ma fu una scelta obbligata dettata dalle leggi statunitensi sull'immigrazione, le quali non riconoscevano la loro unione canadese e prevedevano la possibile espulsione dal paese di Wilfried.
Ed è così che Jerry esultò nel trovare un lavoro come gestore di una linea di abbigliamento oltreconfine, laddove la loro unione sarebbe potuta finalmente essere riconosciuta anche dallo stato. Ma il trattamento ricevuto non fu quello aspettato e i due si ritrovarono senza un visto di lavoro che potesse permettergli di rimanere in Canada e senza la prospettiva di poter far ritorno insieme negli Stati Uniti. Dopo cinque mesi passati inutilmente a cercare un lavoro, Jerry si è tolto la vita il 21 febbraio scorso. Da lì a due settimane anche suo marito lo ha seguito nel tragico gesto.
«Sarebbero entrambi ancora vivi se l'America riconoscesse i matrimoni gay» è stato il malinconico commento del loro amico Michael Mew.

Wilfried Knight era nato il 19 febbraio 1978 in Germania, ma è cresciuto in Francia dove si è laureato in legge. Svolti vari lavori, fra cui anche quello di personal trainer a Londra, nel 2004 ha esordito nel mondo della pornografia come modello esclusivo dalla Lucas Entertainment. Ottenuto subito una candidatura come miglior esordiente ai GayVN Awards di quell'anno, è stato anche votato "Hottest Porn Star of 2005" dalla rivista Out Magazine.
A partire dal 2006 ha iniziato ad ottenere una discreta popolarità anche all'esterno dei set a luci rosse e, dopo aver combattuto e vinto un tumore, è tonato a lavorare con la Lucas Entertainment e la Raging Stallion Studios. Nel 2010 ha vinto il GayVN Award come miglior performer dell'anno.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10]
5 commenti