Il feticismo dei piedi



L'interesse sessuale nei confronti dei piedi viene considerato sin dai tempi di Sigmund Freud come un feticismo, il più comune secondo quanto emerso da uno studio condotto dall'Università di Bologna. I ricercatori, infatti, hanno esaminato 381 discussioni Internet legati a gruppi fetish con almeno 5.000 partecipanti: ne è scaturito che nel 33% dei casi l'attenzione degli utenti era rivolta a parti del corpo, a cui si sommava un 30% di persone che risultavano attratte da oggetti legati a parti del corpo. Più nel dettaglio, il 47% del primo gruppo è risultato interessato a piedi e dita dei piedi, mentre il 64% del secondo gruppo era attratto da oggetti ad essi legati (come calzature, scarpe, stivali...).
Le origini del feticismo per i piedi non è noto e vari ricercatori si sono più volte cimentati nelle teorie più disparate: c'è chi la ritiene una fissazione inconscia della libido su oggetti-feticcio che ricordino quelli dell'infanzia, chi la reputa una forma di sottomissione (nella storia, infatti, era compito degli schiavi quello lavare i piedi delle loro padrone, così come molti regnanti si facevano baciare i piedi come segno di supremazia) seppur non manchino casi di uomini dominanti che nutrano questa passione. Insomma, una grande parte dei feticisti del piede ha una considerazione per i piedi identica, quindi aggiuntiva, a quella per le classiche zone erogene.
Va sottolineato, però, che tutti gli studi sull'argomento paiono convenire sul fatto che questa pratica, purché non rivesta carattere di esclusività nella sfera sessuale, rappresenti per molti soggetti semplicemente un modo per rendere più vivace ed intrigante il rapporto con il partner.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] [14] [15] [16] [17] [18] [19] [20] [21] [22] [23] [24]
5 commenti