I volantini omofobi di Forza Nuova giungono anche nelle scuole di Mestre



Dopo Milano e Palermo, anche a Mestre gli attivisti di Forza Nuova hanno preso d'assalto gli istituti scolastici con volantini contro quella che loro definiscono «propaganda omosessuale» nelle scuole.
I toni del volantino lasciano pochi dubbi sulla volontà di incutere una paura irrazionale nella popolazione più ignorante (soprattutto in quella convinta che si possa "diventare" gay al solo sentirne parlare) e c'è anche l'immancabile numero verde a cui si chiede di segnalare qualunque professori osi anche soltanto parlare di omosessualità.
In un comunicato stampa ufficiale, il gruppo di estrema destra sostiene che «negli ultimi giorni a Mestre, associazioni e genitori allarmati segnalano il pericolo che alcuni docenti, approfittando del diritto alla libertà di insegnamento e del loro delicato compito, possano plagiare le giovani menti affidategli per stravolgere la scala valoriale, sovvertendo l'ordine naturale dei ruoli tradizionali da tutti condivisi. Oggi la Chiesa, per bocca del cardinale Bagnasco, svegliatasi da un lungo ed inconcepibile torpore, lancia l'allarme proprio dalla Conferenza Episcopale Italiana».
3 commenti