Esponente di Forza Nuova arrestato per rapina. Partecipava alle "ronde per la sicurezza" anti-immigrati



Secondo le indiscrezioni che circolano in rete, è un noto esponente di Forza Nuova il responsabile della tentata rapina ad una tabaccheria di Asseggiano, nel veneziano.
Con il volto parzialmente coperto da sciarpa e berretto, il giovane si è recato all'interno dell'esercizio commerciale prima di estrarre un'arma (gli accertamenti riveleranno che si trattava di una pistola da soft air priva di tappo rosso). Pistola in pugno, ha intimato al tabaccaio di consegnargli i soldi, «altrimenti ti farai male». Quando il tabaccaio ha inaspettatamente reagito prendendo il telefono e minacciando di chiamare la polizia, il neofascista si sarebbe dato alla fuga per poi essere ben presto identificato dai carabinieri.

Sul suo profilo si presentava al fianco di Roberto Fiore, segretario di Forza Nuova. Ostentava la sua contrarierà allo ius soli in "difesa" della razza italica e partecipava pure alle famigerate "ronde per la sicurezza" organizzate dal partito neofascista contro gli immigrati.
Nelle sua tasche gli agenti hanno trovato anche 7 grammi di eroina. I poliziotti lo hanno infatti rintracciato verso il Sert di via Calabria, ipotizzando che l'uomo potesse far parte dell'ambiente della tossicodipendenza. Nella successiva perquisizione nell'abitazione del ventenne (dove abita con i genitori) è stata trovata marijuanae un proiettile illegale. Veneziano, classe 1997, è stato arrestato per il reato di tentata rapina aggravata e portato al carcere di Santa Maria Maggiore in attesa della convalida.

Solo pochi giorni fa, un altro esponente vicino all'estrema destra venne arrestato per rapina. Anche in quel caso si trattava di un uomo che partecipava alla rivolta contro i migranti, da lui accusati di quelle rapine che i fatti indicano fossero state compiute da lui.
2 commenti