Insegnante sposa la sua compagna: la scuola cattolica la licenzia in tronco



Nell'America di Donald Trump, lo stato promette soldi extra agli insegnanti che andranno a scuola con un fucile mentre si permette che i sedicenti "cattolici" licenzino impunemente degli ottimi insegnanti solo perché osano amare persone a loro sgradite.
È capitato in Florida, dove i dirigenti della Peter & Paul Catholic School di Miami, una scuola primaria cattolica, hanno licenziato Jocelyn Morffi perché ha sposato la sua compagna. La donna, soprannominata dai colleghi come «la Madre Teresa degli insegnanti» spiega su Instagram che «questo weekend ho sposato l’amore della mia vita e per questo sono stata licenziata. Ai loro occhi non sono il tipo giusto di cattolica».
Proteste sono piovute anche dai genitori degli alunni, pronti a schierarsi dalla sua parte: «I nostri figli sono confusi, pensano che sposarsi sia una cosa brutta, che ti fa perdere il lavoro», spiegano.
Una ventina di genitori sino sono presentati a scuola per chiedere spiegazioni. «Eravamo decisamente arrabbiati -spiegano- l’hanno trattata come una criminale e non le hanno nemmeno permesso di portare via le sue cose dalla classe. Non sapevamo che l’insegnante fosse omosessuale, e del resto questo non ci interessa affatto. L’unica cosa che ci interessa è come si comportava con i nostri figli, il modo in cui insegnava, e quello che possiamo dire è che era una delle migliori insegnanti in giro».
Secondo le disposizioni impartite da Trump, le leggi anti-discriminazione non sono applicabili a chi delinque nel nome di Dio e, pertanto, la scuola cattolica non dovrà rispondere di quell'atto del tutto anti-cristiano.
1 commento