L'impenditrice di Milano denuncia: «Salvini spaventa e fa piangere i miei figli. I suoi simpatizzanti li hanno resi vittima di razzismo»



È la mamma di due bambini adottivi a denunciare a denunciare come la retorica xenofoba e razzista di Matteo Salvini stia spaventando a morte i suoi figli. L'imprenditrice di Milano spiega al leader leghista come i suoi figli vivano nel terrore a causa dei suoi slogan sulla presunta supremazia degli Italiani o di quelli con cui il sui candidato in Lombardia parla pure di una presunta supremazia della "razza bianca". "Mia figlia di 7 anni prima di andare a letto mi chiede : Ma se vince quello che parla male di noi mi rimandano in Africa?. E piange disperata", spiega.

Di seguito la sua lettera:

Caro Salvini
Sono una mamma adottiva di due splendidi bambini africani .
Volevo ringraziarla perché sta regalando ai miei figli dei momenti di terrore davvero fuori dal comune .
Mia figlia di 7 anni prima di andare a letto mi chiede: "Ma se vince quello che parla male di noi mi rimandano in Africa?"
E piange disperata
Mio figlio invece, prende l’autobus per andare agli allenamenti di calcio quasi tutti i giorni e da circa un paio di mesi mi racconta di insulti che è costretto a subire da suoi gentili simpatizzanti.
Dire ad un bambino di 12 anni, che oltretutto veste una divisa sportiva : sporco n...., n..... di mer..., torna a casa tua, venite qui rubare e ammazzare le nostre donne... credo che sia la palese dimostrazione di come questo paese, grazie a persone come lei, stia lentamente scivolando nel baratro.
Nei suoi ipocriti slogan "prima gli italiani" c’è tutta l’ignoranza di colui che non ha ancora capito che l’italiano è colui che ama l’Italia non che ci è nato!
Come io sono mamma perché amo i miei figli e non perché li ho partoriti.
Faccia la guerra a coloro che ci hanno ridotto al collasso. Benpensanti italici che hanno impoverito di cultura e di valori questo bellissimo paese facendo guerre contro i poveri, gli immigrati, i gay, i rifugiati.... tutto per una sola bieca motivazione. Distogliere l’attenzione dalle malefatte (e non uso termini peggiori perché sono una Signora) che imperterriti continuate a perpetuare a chi in questo paese ci crede davvero.

E poi Simone Pillon die che quello è l'atteggiamento del vero cristiano e che è per "difendere i bambini" che bisogna votare per un partito che fa piangere e terrorizza chiunque non sia conforma ai distinguo o e al "modello ariano" definito da Massimo Gandolfini (anche lui padre adottivo, ma solo di figli rigorosamente scelti di colore bianco e che lui esige dovranno necessariamente essere eterosessuali dato che non li accetterebbe mai se diversi da come se li era immaginati quando se li è procurati).
1 commento