Preti che pagano escort. Gay News anticipa il dossier di 1200 pagine che Mangiacapra consegnerà oggi alla curia



«C’è l’influente coadiutore della basilica di San Giovanni in Laterano che gira con l’autista, si finge diplomatico, promette posti di lavoro e paga gli escort con postepay. C’è il direttore d’un Ufficio diocesano per la pastorale scolastica che si vanta di conoscere Laura Pausini ed è alla ricerca di incontri di natura sessuale tramite app. C’è il parroco che organizza gang bang in canonica. C’è il monsignore che è agli arresti domiciliari con l’accusa di abuso su minore ma organizza indisturbatamente incontri con uomini tramite Grindr. C’è il sacerdote del Potentino che il sabato sera frequenta disco gay-friendly in Calabria, s’ubriaca e fa sesso». Così Gay News introduce un dossier di 1200 pagine realizzato da Francesco Mangiacapra che sarà depositato domani presso la Curia arcivescovile di Napoli.
I fatti, gli approcci sessuali anche durante la messa e i tentativi di abusare della loro posizione per procurarsi sesso facile sono stati documentati con fotografie e screenshot. Doppie vite di chi passa la propria giornata a cercare di demonizzare il sincero amore tra due uomini ma che nella notte con quegli stessi uomini cerca di fare sesso senza sentimento.
1 commento