Un weekend ad Arezzo: ecco l'itinerario perfetto



Ci sono molti modi per visitare Arezzo, ma farlo in un weekend di fine inverno seguendo i luoghi della città gay friendly di questa prima stagione del 2018 è probabilmente (e non solo) quello più emozionante e divertente! Ecco l'itinerario e non ve ne pentirete!

Una città da visitare. Tra i tanti comuni medievali italiani e un colpo d'occhio sulle colline della bassa toscana, un weekend ad Arezzo è una delle cose più divertenti e rappacificanti che potete decidere di fare (in due) a fine stagione. Cominciamo allora da Via Redi, una piccola traversa di Corso Italia, certo non basterebbero due giorni per ammirarla tutta, ma una passeggiata, si sa, inizia sempre a piccoli passi. Che aspettate? Entrate nei vari negozi di design e portatevi a casa un souvenir, e dopo abbandonatevi all'allegria a suon di cin cin made Chianti!

Un'istituzione golosa e friendly. E dopo il Chianti, che si fa? Quando parliamo di Arezzo, si parla di una meta meravigliosa, ricca di panorami mozzafiato, ma anche la città di Mariano! Attenzione non sto parlando di un ragazzo, ma bensì di un ristorante gay friendly! Un locale gestito da una coppia gay e che negli anni ha ispirato la città e sui cittadini con eventi e pietanze prelibate, e che, grazie alla sua varietà (potete passare dal mare alla montagna in pochi secondi) è in grado di ammaliare milioni di turisti da tutta Italia.

1999. La vita è bella! E se aggiungete solo un tocco di colore e chiudete gli occhi per un breve istante, vi ritroverete a Piazza Grande, detta anche Piazza Vasari, il cuore di Arezzo! Incredibilmente magica e con un'insolita forma trapezoidale e circondata da numerosi attrazioni turistiche e cinematografiche e non sto scherzando! La Pieve di Santa Maria e il Palazzo della Fraternità del Luci sono stati parte della scenografia del film premio Oscar di Roberto Benigni! Pura magia!

E finalmente Arezzo! Un po'più in su, sul cucuzzolo della città, svetta la cattedrale dei Santi Pietro e Donato. Una delle chiese più affascinanti di tutta Arezzo, costeggiata da un giardino pubblico immenso. Inutile descrivervi il panorama (da brividi) che si gode da un punto di osservazione così in alto! Che dirvi, non manca proprio niente alla primavera e naturalmente il paesaggio sempre magico dei colli toscani non può di certo mancare!

Solo Essenza e il resto è pure noia. Nel cuore di Arezzo si nasconde una perla di quelle rare perfino da pescare nelle grandi metropoli italiane. Benvenuti nel mondo di Essenza, la profumeria artistica della città, ma provate ad indovinare di chi? Cristina Betti. A differenza degli altri soliti negozi di profumeria, questo piccolo store, unico al mondo, non c'è ne sono altri di simili in giro, ha saputo mantenere l'atmosfera autentica del profumo, ma di quello associato al viaggio, alla personalità e perché no anche ad un elisir d'amore! Non ci sono dubbi: Essenza è imperdibile, e sta aspettando solo voi per regalarvi un po' della sua magia gay friendly.

Why friendly and not Tremendah? Arezzo non è solo storia ma anche divertimento. Una città fatta di café, locali ed eventi unici. Stiamo parlando del Why Not¿ e delle sue infinite e belle serate che si traducono in eventi unici e che hanno reso la città una delle mete gay friendly più amate della Toscana. Una #gaylife tutta da scoprire ma di certo non finisce qu, un esempio? Tremendah al Karisma Beat Klub. Attenzione qui ci si abbandona ai piaceri della vita e divertirsi (con Massimo Guerri) è un must!

Giuseppe Giulio, gay travel blogger
Commenti