Usa. Agenti pizzicano un sacerdote con un uomo nudo legato al sedile della sua macchina



George Nelson Gregory, 61 anni, è un pastore cristiano della Pennsylvania. Sposato e padre di due figli, è stato trovato dalla polizia con un ragazzo nudo legato con una corda di nylon al sedile posteriore della sua macchina.
Agli agenti il sacerdote ha raccontato: «Stavamo solo giocando. Ci incontriamo di tanto in tanto per giocare insieme. Non ho nulla da nascondere, non ho fatto niente di male».
Il sacerdote sostiene pure che i suoi atti sarebbero pura espressione dell'amore cristiano, dato che da anni starebbe aiutando quell'uomo ad uscire dal tunnel della droga. Chiede dunque che il suo abito talare gli garantisca la rimozione dell'accusa di oscenità in luogo pubblico dal verbale degli agenti dato che lui, da buon timorato di Dio, non capisce quale problema ci sarebbe nello spogliare e legare un uomo al sedile della sua macchina in un centro abitato.
Il ragazzo nudo avrebbe detto alla polizia di essere stato consenziente ed è su di lui che il sacerdote sta tentando di far ricadere la colpa: «Non posso negare che ad un certo punto abbia iniziato a spogliarsi, provandoci con me, ma posso giurare su una pila di Bibbie, che Dio mi sia testimone, che non ho fatto niente».
Chissà se, forse il ragazzo si sarà legato da solo al suo sedile mentre lui lo implorava di non tentare la sua debole carne.
4 commenti