Salvini dà lezioni di bullismo e lascia intendere che userà il suo potere per colpire i suoi nemici personali



Matteo Salvini pare non voglia perdere occasione per insegnare il bullismo ai ragazzi. Non pago del suo andare in giro a dire che l'italiano deve sentirsi superiore per nascita o che il padano valga più di quei napoletani che solo pochi anni fa diceva «puzzassero», è sui social network che il padano finanziato da Mosca ha pensato bene di farsi fotografare mentre brinda alla faccia di chi osa avere opinioni diverse dalle sue. Insomma, ci tiene a far sapere che non lavorerà per i cittadini ma contro i suoi nemici personali oltre che sulla pelle di interi gruppi sociali.

In un atto che sarebbe vergognoso anche per il più feroce dittatore, scrive



A spiegarci come il suo risentimento sia personale e non politico sono i 99posse, i quali si sono trovati a dover spiegare perché Salvini li odi così tanto al punto da ritenere una priorità il bullarsi di un potere ch potrà essere sfruttato contro la vita e la dignità del prossimo:



Insomma, dopo le minacce e le intimidazioni, Salvini si bulla di come potrà sfruttare il voto degli intolleranti per colpire i suoi nemici personali.

Dal canto suo Roberto Saviano risponde su Twitter: «Mattè, famm’ capì si me pozz’ fidà ‘e te!».
Più preoccupato è Saverio Tommasi: «Diciamo la verità: quando qualcuno brinda alla tua salute fa sempre piacere. Quasi sempre. Perché l’ironia di uno degli uomini in questo momento più potenti d’Italia, e che in ogni caso influirà in modo sostanziale nella formazione del prossimo Governo italiano, non è un grande incoraggiamento per il prosieguo del proprio lavoro. Quando gli uomini di potere colpiscono scrittori, giornalisti, artisti, significa che sono tempi grigi. Lo sapevamo, ma l’ennesima constatazione non è piacevole».
I 99posse hanno poi aggiunto: «La caratura morale di Matteo Salvini è tutta in questo suo post di qualche ora fa. Non riuscendo a sostenere un confronto da adulto con giornalisti, artisti, scrittori e musicisti che lo hanno semplicemente criticato o legittimamente contrastato in questi mesi, si comporta come un adolescente che si vendica contro tutti quelli che ce l’hanno con lui».

Eppure è come un bulletto di periferia che Salvini brinda alla faccia di chi ha opinioni diverse dalle sue, nonostante forse sarebeb stato più doveroso brindare a quei finanziatori russi che lo hanno foraggiato per creare instabilità nel Paese e per lavorare contro l'Europa.
2 commenti