Il 78% dei nordirlandesi è favorevole al matrimonio egualitario



Checché ne dica il fondamentalismo ad uso e consumo della sua propaganda, la stragrande maggioranza del mondo civile è favorevole alla pari dignità di ogni famiglia, indipendentemente dalla presenza di quei distinguo che gente come Mario Adinolfi vorrebbe fossero elevati a legge dello stato al solo fine di assicurarsi diritti esclusivi consumati sulla pelle del prossimo.
Il cambio di rotta pare bastarsi sulla presa di coscienza di come tutte le catastrofiche conseguenze ipotizzate dai predicatori cristiani si siano rivelate infondate e come la gente osserva che non è vero ciò che giura Adinolfi quando racconta loro che le loro famiglia si sarebbero disintegrate se non avessero usato i loro figli come scudi per istituzionalizzare la discriminazione: anche se i gay si sposano, gli etero possono tranquillamente continuare a sposare chi vogliono.
Ed è così che un recente sondaggio ha mostrato come il 78% dei nordirlandesi si sia dichiarato favorevole al matrimonio egualitario, riducendo ad un misero 18% gli omofobi più irriducibili. Al momento l'Irlande del Nord è l'unico paese del del Regno Unito a non prevedere l'eguaglianza matrimoniale, ovviamente fortemente osteggiata dalle lobby legate al fondamentalismo cristiano.
1 commento