Alessandro Benigni sostiene che i genitori possano influenzare l'identità di genere dei figli. E scatena l'odio dei suoi proseliti



Secondo Alessandro Benigni, le persone transgender non nascerebbero così, verrebbero spinti ad esserlo da genitori che non riconoscono in Mario Adinolfi il loro unico dio. Lui, l'ingravidatore di mogli che odia gay e migranti ad uso e consumo della propaganda di estrema destra, usando icone sacre contro la vita e l'esistenza delle minoranze.
Se basterebbe osservare quanti genitori omofobi abbiano spinto al suicidio i propri figli (magari ricorrendo proprio agli atteggiamenti promossi proprio da Mario Adinolfi) per confutare la teoria del fondamentalista, c'è davvero da mettersi le mani nei capelli dinnanzi all'inumana ferocia che trasudano i commenti dei suoi proseliti dinnanzi alla solita fotografia con cui Benigni cerca di fomentare odio contro un i genitori gay. In fondo si sa quanto a questa gente piaccia abusare dei minori e sbattere le loro fotografie in rete ad uso e consumo del suo tornaconto.
Ogni commento ad un simile schifo pare superfluo.




Commenti