Der Spiegel denuncia i rapporti tra Matteo Salvini e la destra razzista tedesca



Esisterebbero collegamenti tra Matteo Salvini e la destra razzista tedesca. Lo sostiene il settimanale tedesco Der Spiegel.
A quanto risulta dalle loro inchieste, il leader leghista sarebbe da anni in ottimo rapporti con il partito della destra oltranzista Alternative fur Deutschland (Afd), oltre che con il movimento estremista "Pegida", divenuto famoso l'anno scorso in Germania per i raid notturni contro la presunta "islamizzazione" del paese.
Nella fotografia pubblicata a corredo dell'articolo si vede Matteo Salvini con Goetz Kubitschek, editore della Sassonia-Anhalt, casa editrice notoriamente di estrema destra i cui libri sono «letture obbligatore nei milieu della destra e incoraggiano la crescita della scena».
Lo scatto risale al 2015, quando Kubitscheck si confrontò con Salvini e riferì che gli italiani sarebbero stati «molto incuriositi dal fenomeno delle sfilate di strada» degli islamofobi di Pegida. Da lì sarebbe partita una collaborazione tenuta quasi segreta perchè il leader della Lega «cerca da anni la vicinanza ad ambienti tedeschi, che stanno ben più a destra di quanto AFD voglia far credere ufficialmente di essere».
Il parlamentare tedesco Kubitschek conferma «che i contatti sono in piedi ancora oggi» e che per settembre è in programma un grande congresso europeo con ospiti anche dall'Italia.
3 commenti