Figlio di coppia gay registrato, la Lega protesta: «Bianco si dimetta»



«Enzo Bianco si congedi dal governo cittadino senza aggiungere la ulteriore macchia della legittimazione della pratica illegale e immorale attuata dalle coppie omosessuali che si procurano all'estero figli generati attraverso 'l'utero in affitto' di una madre a cui il neonato è tolto alla nascita per essere consegnato alla coppia omosessuale. La trascrizione all'anagrafe dei bambini generati con tale pratica, rappresenta una vergogna che Catania non merita».
Così la Lega di Matteo Salvini prosegue la sua crociata contro i diritti delle famiglie omogenitoriali, dimenticandosi colpevolmente di come la pratica della gpa sia comune principalmente all'interno delle coppie eterosessuali. Ma quel partito che vive vendendo odio contro ogni minoranza pare voler sfruttare ogni pretesto pur di trarre profitto dal mercato dell'omofobia. Ed è così che esigono si rendano orfani dei bambini che hanno tutto l'affetto di due genitori.
Quella che la Lega contesta è infatti la scelta dell'amministrazione comunale guidata da Enzo Bianco di procedere a trascrivere l'atto di nascita di due gemelli nati in America, figli di due padri.
«La Lega -prosegue la nota- ha sempre rispettato le scelte di vita di tutti, ma difenderà sempre il diritto di ogni bambino che nasce ad avere una mamma (donna) e un papà (uomo). Proviamo profonda tristezza per questo atto di egoismo di due adulti legittimato dall'amministrazione Bianco senza battere ciglio, senza aver tentato di indicare una dimensione morale a chi osserva l'operato dei propri amministratori locali».
3 commenti