In migliaia alla manifestazione contro l'odio indetta dai Sentinelli di Milano



Migliaia di cittadini si sono radunati a Milano per la manifestazione "Stop Hate" indetta dai Sentinelli di Milano.
Dal palco sono stati leggi messaggi di vittime di omofobia, tra cui lo stesso portavoce del gruppo che da mesi viene sistematicamente minacciato dagli estremisti. La cantante Malika Ayane ha portato la sua testimonianza contro il razzismo, così come la consigliera Sumaya Abdel Qader ha parlato delle minacce ricevute per le sue posizioni antirazziste.
L'ex presidente della Camera ha dichiarato dal palco: «Sono qui per esprimere la mia solidarietà a Paladini, ai Sentinelli e per dire loro che non devono sentirsi soli perché loro rendono un servizio alla società cercando di liberare la Rete dallo squadrismo digitale. L'Incitamento all'odio fa parte di una strategia politica. La stessa che vuole affermare società chiusa oscurantista, retrograda, antistorica. Ma noi questo non lo permetteremo: i partiti che si richiamano al fascismo vanno sciolti».
Commenti