Tra gli insulti di Forza Nuova, in migliaia animano il Salerno Pride



Migliaia di persone hanno preso parte al Salerno Pride. Canti, musica e volti sorridenti hanno rallegrato la giornata nonostante le polemiche che il fondamentalismo organizzato aveva vomitato nei giorni scorsi.
Forza Nuova ha anche ritenuto di poter deliberatamente insultare i partecipanti con alcuni striscioni che hanno affisso sul lungomare Trieste. Gli slogan neofascisti spaziavano da “Gay Pride vergogna” a “Più figli meno gay pride”, passando per “Famiglia e tradizione”, “I bambini non si toccano”, “Duemilacinquecento euro alla famiglie vere non si può?”, “Solo famiglia naturale”, e infine “La Cirinnà ha due papà”.
Non è andata meglio con la polizia locale dopo l'annuncio di vigili in borghese incaricati di impedire e multare eventuali «baci troppo passionali».

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11]
Commenti