Trieste. Il consigliere Fabio Tuiach insulta Vendola in occasione della festa della mamma



Fabio Tuiach è il consigliere comunale di Trieste che dai banchi delle Lega Nord propose che la sala matrimoni venisse ribattezzata in «sala culimoni» a sfregio delle unioni civili. Passato al gruppo misto nel'ottobre del 2017 attraverso una mossa che è servita anche ad incrementarsi lo stipendio, il consigliere Tuiach è oggi un esponente di Forza Nuova. Risulta indagato per offesa al sentimento religioso dopo che dichiarò che «Maometto è un pedofilo», evidentemente ignorando che anche la Madonna fosse una bambina quando sposò un Giuseppe che era molto più vecchio di lei.
Per farla breve, il suo nome è legato unicamente agli insulti e alle offese che lui ama vomitare contro i cittadini che non hanno la sua stessa religione, il suo stesso orientamento sessuale o il suo stesso colore della pelle.

Date le premesse, forse non stupisce come, in occasione della festa della mamma, il suo primo pensiero sia stata quella di pubblicare uno scatto di Nichi Vendola con scritto: «Auguri mamma». Segue un testo in cui il consigliere insulta le donne che decidono di offrirsi alla gpa per dare un figlio ad un'altra coppia (etero o gay, dato che l'attribuzione della gpa ai gay è solo l'ennesima teuffa culturale di personaggi come Mario Adinolfi) mentre scorrettamente si parla di fantomatiche «vendite» in riferimento a stati in cui non vi è alcun passaggio di denaro (contrariamente a quanto avviene nella Russia di Putin, anche se in quel caso sono solo famiglie eterosessuali a potervi ricorrere). Non una parola viene riservato alle mamme che abbandonano o maltrattano i figli dato che, evidentemente, a lui basta che facciano sesso con un uomo e si dice contento.

Tra i commenti un camerata gli ha chiesto quando Forza Nuova avrebbe chiuso la Casa delle Culture, da sempre sgradita ai nazionalisti che sostengono la loro supremazia sugli altri.
Il forzanovista lo rassicura: «Spero molto presto ora che è cambiata la regione». Una frase che lascia intendere che il Carroccio promuoverà l'odio contro le minoranze anche e soprattutto attraverso la censura di un qualunque evento interculturale possa sfatare i pregiudizi su cui si basa la loro campagna elettorale.

Clicca qui per leggere il messaggio di Tuiach.
2 commenti