Il presidente tedesco si è ufficialmente scusato per la persecuzione dei gay sotto il nazismo



l presidente della Germania, il socialdemocratico Frank Walter Steinmeier, ha ufficialmente chiesto scusa ai gay per le persecuzioni naziste. Il tutto senza dimenticare di sottolineare come la criminalizzazione dell'omosessualità avesse portato all'incarcerazione di gay e lesbiche anche dopo la loro liberazione dai lager nazisti.

«Lo stato tedesco ha inflitto gravi sofferenze a tutte queste persone, in particolare sotto il nazismo, ma anche oltre, nella Germania dell’Est e sotto la nostra Costituzione –ha dichiarato– sono qui oggi a chiedere perdono, per tutto il dolore e l’ingiustizia e il silenzio che ne è seguito. È per le molte decine di migliaia di persone le cui vite private, amore e dignità sono state infrante, negate e violate. Tutti i gay, le lesbiche, i bisessuali, i queer, i transgender e gli intersex sono ora protetti in Germania.

La commemorazione, a cui ha partecipato insieme al sindaco di Berlino, si p svolta presso il memoriale delle vittime LGBT del nazismo, inagurato esattamente dieci anni fa..
2 commenti